ALESSANDRO GALLESI ''LABORATORI CINESI, SONO DA NOI DA QUINDICI ANNI, PERCHE' LA POLEMICA SOLO ORA?''

06 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Il presidente di Adici ospite a TempoRadio

''I sentimenti e le spinte indipendentiste ed autonomiste alle quali stiamo assistendo, ci sono, fondamentalmente perchè questa Europa è una comunità che è stata creata da tecnocrati che non hanno nemmeno considerato e quindi rispettato, le differenze tra una nazione e l'altra. Hanno fondamentalmente privilegiato solo un paio di Stati, a scapito degli altri''.

Alessandro Gallesi, presidente di Adici, associazione che riunisce i produttori di Calza ed Intimo, esordisce analizzando la ribollente situazione politica, nella quale si trovano diverse zone europee. Diverse non solo per le popolazioni che le abitano ma anche, per i motivi che animano la protesta, la storia e la realtà nella quale si trovano. ''Non confondiamo quanto accaduto in Catalogna con la Brexit o tantomeno con il referendum che si terrà in Lombardia e Veneto'' dice Gallesi che spiega che l'Inghilterra di fatto, non è mai stata una nazione europea, che non si deve confondere la Catalogna con Barcellona e che per giunta, esiste una ''maggioranza silenziosa'' perchè non è vero che tutti i Catalani vogliano l'indipendenza. La miopia politica dei decenni scorsi, la stessa che ha portato a questi particolarismi, ha aperto la porta al mercato cinese. ''Pensavano solo al fatto che sono moltissimi. Non hanno considerato che hanno una loro produzione, che fa concorrenza sleale perchè non si rispettano le norme igieniche e sanitarie, come pure, spesso quelle che regolano il rispetto umano. La verità è che non si sarebbe divuto permettere che arrivassero. Ora però, non esiste modo per farli andare via e questo vuol dire che occorre trovare un modo per convivere pacificamente. A parte il fatto che conosco molti produttori dell'estremo oriente che lavorano onestamente, anche gli altri stanno capendo che non possono più fare quello che vogliono'' dice Gallesi che conclude però ponendosi l problema del perchè, dopo una quindicina d'anni, alcuni media sollevino la polemica solo ora, attribuendo la responsabilità della presenza di laboratori stranieri, unicamente agli imprenditori e non anche agli errori di chi all'epoca governava.

Media

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto