L’estro e la creatività di un artista si palesano laddove il suo stile diventa unico, distinto dagli altri, capace di emozionare per l’originalità che lo contraddistingue. Basta un dettaglio, un passaggio coloristico, oppure un elemento chiave, come i celebri “colli allungati” di Amedeo Modigliani o le “muse inquietanti” di Giorgio de Chirico, solo per fare esempi arcinoti, perché un’opera venga immediatamente riferito a un particolare autore. Vanno dunque ammirati e osservati con grande interesse tutti coloro che tentano di definire un proprio stile, dal momento che se universale è il linguaggio dell’arte, specifico è quello di ogni artista.

A Verona la mostra aperta fino al 25 febbraio 2018

A Palazzo Forti di Verona arriva la prima grande retrospettiva dedicata a Ferdinando Botero, un pittore e scultore di origini colombiane famoso in tutto il mondo per il suo inconfondibile ed estroso linguaggio pittorico. Artista che si può ascrivere ad un espressionismo astratto, un virtuoso talento tra i più prolifici e pagati che ha esposto le sue opere in tutto il mondo e le sue pitture e sculture hanno raggiunto quotazioni stellari.

A Milano la mostra aperta fino al 25 febbraio 2018

Il Gam Manzoni di Milano offre nell’appuntamento artistico autunnale una mostra che permette di approfondire le conoscenze di un altro tassello di quel variegato panorama che fu l’arte dell’Ottocento italiano. Si parla dei Macchiaioli, ovvero della “rivoluzione della macchia”operata da un gruppo di pittori, per la maggior parte toscani.

A Cremona presso la Biblioteca Corte dei Frati

È stata presentata nei giorni scorsi la nuova e ampliata edizione del libro dello studioso cremonese e nostro collaboratore Simone Fappanni dal titolo “Shoah: immagini e simboli”. Nel volume, che si avvale di un’opera originale del maestro Alberto Besson, delle illustrazioni originali del grafico Primo Paolo Mainardi e di quelle di altri affermati artisti contemporanei, si propone un’analisi e una riflessione della Shoah attraverso le diverse fonti iconografiche che tanto hanno contribuito a definire i contorni di una tragedia dalle dimensioni incommensurabili.

A Ferrara la mostra aperta fino al 7 gennaio 2018

Il Palazzo dei Diamanti di Ferrara ha allestito un appuntamento espositivo riservato a Carlo Bononi (1569-1632) uno dei grandi protagonisti della pittura dei Seicento ferrarese. Pittore aperto e sensibile agli avvenimenti artistici del suo tempo, rimane tuttavia costantemente fedele alla gloriosa scuola ferrarese della quale può considerarsi l’ultimo valido rappresentante. Bodoni agli inizi del Seicento, nel momento cardine in cui nasce il Barocco, ha saputo rinnovare il linguaggio artistico ed è il primo ad inventare una nuova iconografia, consona al clima post-tridentino.

Il maestro Beppe Verani celebra i cinquant’anni di attività artistica con una mostra antologica intitolata “Mito Tempo” presso il Salone Ciminiera di Soncino visitabile fino al 15 novembre. L’esposizione, a ingresso libero, è accompagnata da una monografia curata da Luigi Colombi. Verani ha tenuto la prima personale nel 1969 al Castello Sforzesco di Milano, prendendo poi parte ad importanti rassegne di respiro nazionale ed internazionale, come ArtePadova, Miart, Arte Fiera Reggio Emilia e Art Jonction Nizza.

A Venezia fino al 2 aprile 2018

Nell’anno delle celebrazioni del bicentenario dell’apertura delle Gallerie dell’Accademia di Venezia, si è allestita una interessante mostra per onorare un momento speciale della storia artistica della città. L’esposizione costituisce l’occasione per onorare un momento speciale della storia artistica di Venezia, rinnovando quella stagione di rilancio culturale iniziata nel 1815, con il ritorno da Parigi dei quattro cavalli di San Marco, un’opera simbolo della città lagunare.

Fino 12 novembre, presso l’Ex Chiesa delle Dimesse di Quinzano d’Oglio, si tiene la rassegna d’arte “Gli Artisti e l’inverno”. L’esposizione presenta una cinquantina di dipinti ispirati a una stagione i cui colori sono da sempre al centro della ricerca espressiva di pittori di ogni tendenza.

A Vicenza la mostra fino al 8 aprile 2018

Presso la Basilica palladiana di Vicenza Marco Golden ha allestito una splendida mostra esponendo più di 120 opere tra dipinti e disegni di Vincent Van Gogh ( 1853-1890) che intendono tratteggiare l’intera vita del suo autore. Le opere provengono dal fondamentale scrigno vangoghiano che è il Kroller- Muller Museum d’Olanda. La rassegna si ripromette di ricostruire con precisione l’intera vicenda biografica e la novità consiste anche nell’allestimento di due sale atte alla proiezione di film documentari sulla vita di Van Gogh.

A Padova la mostra fino al 18 marzo 2018

Presso il Palazzo del Monte di Pietà di Padova è disponibile una mostra su Galileo Galilei (1564-1642) fisico, astronomo, filosofo e matematico considerato il padre della scienza moderna. La mostra intende raccontare, per la prima volta, la figura complessiva e il ruolo di uno dei massimi protagonisti dei mito italiano ed europeo. E’ un’esposizione dai caratteri del tutto originali, dove capolavori assoluti dell’arte occidentale in dialogo con testimonianze e reperti diversi, consentono di scoprire un personaggio da tutti sentito nominare, ma da pochi realmente conosciuto.

Gita fuori porta al Santuario di Caravaggio

I momenti di incontro e di scambio culturale per una residenza sanitaria assistenziale sono a dir poco indispensabili per la buona riuscita di una sana relazione con gli ospiti che vi soggiornano. Così gli animatori di tre diverse residenze per anziani- Fondazione Madonna del Corlo onlus di Lonato del Garda, Fondazione San Biagio di Cavriana, Fondazione Nicolai di Volta Mantovana- si sono incontrati e hanno organizzato una fantastica gita al Santuario di Santa Maria della Fonte in località Caravaggio, supportati da un nutrito gruppo di volontari a far da spalla per qualunque esigenza e da un significativo gruppo di ospiti contenti di trascorrere una giornata diversa dalle altre.

A Milano fino al 7 gennaio 2018

A Milano presso il Museo delle Culture di via Tortona 56 è stata allestita una straordinaria mostra che s’incentra sulla figura del valoroso faraone Amenofi II, sovrano della XVIII dinastia egizia. Dai suoi profili biografici disponibili si sa che fu un grande costruttore e un abile guerriero di corporatura robusta che si esibiva in attività sportive come il tiro con l’arco, ottenendo anche eccellenti prestazioni come corridore e vogatore. Generoso in battaglia, crudele e combattivo si costruì negli anni l’immagine del sovrano invincibile energico e possente.

A Pavia la mostra aperta ino al 3 dicembre

Al Castello Visconteo di Pavia è disponibile una grandiosa mostra che intende presentare i Longobardi in una veste nuova. Documenta la parabola della loro presenza in Italia con i suoi artefatti e con gli eventi che gli furono contemporanei e suggellarono la conclusione, collegando lo scenario locale con quello globale dell’Europa e il Mediterraneo. Un’esposizione che evidenzia come la vicenda longobarda abbia avuto un ruolo “conduttore” di relazioni tra popoli e genti, con relative trasmissioni culturali con l’area transalpina, il mondo mediterraneo e quello bizantino, affrontando variegati aspetti e tematiche.

Grafiche da tutto il mondo fino al 29 ottobre

Fino al 29 ottobre, presso il Centro Culturale di Santa Maria della Pietà di Cremona, si tiene la IX Rassegna Internazionale d’Incisione, un’esposizione veramente unica per apprezzare opere di grande pregio e creatività provenienti da tutto il mondo. I partecipanti, selezionati e invitati dall’infaticabile maestro Vladimiro Elvieri in collaborazione con un Comitato scientifico di levatura internazionale, è realizzata è dall’Associazione “Incisione senza confini” e vanta il patrocinio, la collaborazione e il sostegno del Comune di Cremona, il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il patrocinio e la collaborazione del Prism Print International di Londra, dell’AIE, Associazione italiana Ex libris, del Liceo Musicale “Riccardo Malipiero” di Varese, della Galleria Michelle Champetier di Cannes, e il sostegno di diversi privati.

Carpenedolo: mercoledì 25 settembre

Mercoledì 27 settembre alle 20.30 il Piccolo Teatro di Palazzo Deodato Laffranchi a Carpenedolo ospiterà un appuntamento di assoluto interesse. Un personaggio conosciuto come Gherardo Colombo, ex magistrato e scrittore di numerosi saggi dedicati alla giustizia ed alla legalità, interverrà per spiegare a tutti i presenti le regole in un incontro aperto al pubblico dal titolo: “Costituzione e dintorni”.

A Trento in mostra fino al 6 novembre

Il Museo Diocesano Trentino propone la prima retrospettiva sul pittore vicentino Francesco Verla (1470-1521) che vuol essere un riconoscimento dovuto ad un grande protagonista del Rinascimento tra Veneto e Trentino a tordo dimenticato. Per la prima volta si è qui allestita una mostra che espone una buona parte delle sue opere: dalle soavi pale d’altare ispirate “All’aria angelica e molto dolce del Perugino” ai fregi e grottesche, di cui era uno specialista. L’esposizione avrà inoltre un’articolazione sul territorio con i cicli affrescati nella chiesa di San Pantaleone a Terlago, Calliano, Mori e Rovereto. Ne emerge un artista tutt’altro che secondario nell’arte italiana ed europea posta agli albori del Rinascimento.

Fino al 17 settembre a Milano, presso l’Antico Oratorio della Passione della Basilica di Sant’Ambrogio, è possibile visitare la mostra Nadia Tognazzo, raffinata acquerellista che pone al centro del suo comporre l’emozione, tant’è vero che ha intitolato questa rassegna “L’insostenibile leggerezza”. L’artista, lavorando senza seguire mode passeggere, persegue una poetica creativa di compiuta intonazione lirica, in cui ogni dipinto diventa la materializzazione, in chiave profondamente soave, di una sensazione, provata e assaporata nel profondo.

A Viareggio la mostra aperta fino al 5 novembre

E’ una mostra stimolante quella che la Fondazione Matteucci di Viareggio propone sia per la qualità delle opere ma anche per il filo conduttore individuato per presentarle. Molte delle opere esposte provengono da collezioni private e sono proposte al pubblico per la prima volta. Vanno considerate considerare come tessere di un suggestivo mosaico del ‘900, che letto nella sua complessità, risulta un periodo artistico tra i più fecondi e creativamente tumultuosi dell’arte italiana.

A Siena fino al 29 ottobre

Il 26 e 30 ottobre violente scosse sismiche “feriscono” Norcia e il territorio circostante. La Basilica di San Benedetto, la Concattedrale di Santa Maria Argentea e tutte le chiese della città sono distrutte insieme a santuari e pievi del territorio. E’ ancora in atto un faticosa opera di recupero delle opere d’arte coinvolte nei crolli che saranno temporaneo ospitate nella città di Siena nella cosiddetta “Cripta” sotto il Duomo e nell’edificio di Santa Maria della Scala antica sede dell’ospedale degli ammalati e pellegrini, ospizio per bambini abbandonati: i “gittatelli”e gli indigenti senza cibo e tetto.

Acquerellando a Casaletto Vaprio

Dal 16 al 17 settembre, presso la Sala Polifunzionale di Casaletto Vaprio si tiene il meeting “Acquerellando a Casaletto” dedicato all’antica tecnica della pittura ad acqua. Nel corso delle due giornate, ad ingresso libero, sono previsti incontri sulla storia dell’acquerello, dimostrazioni dal vivo realizzate dal maestro Riccardo Bozuffi, laboratori creativi per i più piccoli e una mostra collettiva con opere di importanti acquerellisti italiani provenienti da una collezione privata.

Pagina 1 di 166

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome