Bel colpo per la città di Brescia! Arriva il Photo Festival. Il noto Caio Mario Garrubba, per l’occasione, ha prestato tutti i negativi del suo reportage in Cina al Direttore del Centro di Fotografia, Renato Corsini. Per quanti non lo conoscessero, Caio Mario Garruba è il fotografo che è riuscito a scattare una foto di Mao con una macchina nascosta nel taschino della giacca, le bici in piazza Tienanmen e gli uomini che, sulle panchine, fumano con il bocchino.

Al Museo internazionale della Croce Rossa, foto di Alessandra Cucchi e Martina Pasini

È stata aperta al Museo internazionale della Croce Rossa (Micr) di via Garibaldi a Castiglione la mostra “Aut-Aut - Scatti perturbanti di un’Europa che deporta”. L’esposizione delle fotografie di Alessandra Cucchi e Martina Pasini sarà aperta fino al 14 maggio e rappresenta la ouverture delle manifestazioni e dei progetti dei prossimi mesi del Micr. Il Museo, infatti, ha aderito al progetto ‘Cultura in digitale’, che coinvolge dieci istituti d’istruzione secondaria della provincia di Mantova. Per l’inaugurazione delle immagini che ritraggono “persone” nei campi profughi, in particolare della Grecia dopo che le due fotografe avevano ritratto i migranti nei Balcani in un precedente lavoro, sono giunti nella sede Micr di via Garibaldi il sindaco di Castiglione, Alessandro Novellini, la presidente del Comitato locale Cri, Maddalena Negri, con alcuni consiglieri e lo staff del Museo stesso. Ricordiamo che Alessandra Cucchi e Martina Pasini sono studentesse del corso di Laurea magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale all’Università di Parma, oltre che giornaliste free lance.

Se un vero artista è uno sperimentatore, allora Nicola Bertoglio è un vero artista. Le sue opere si possono ammirare a Cremona sino all’8 aprile presso “Casa di Stradivari”, dimora del sommo liutaio vissuto all’ombra del Torrazzo. Il titolo della mostra, “Capendo Adamo”, fa riferimento, come spiega lo stesso artista, a un progetto «iniziato nel 2013 ed attualmente ancora in corso. Si tratta di una ricerca di “comprensione” su cosa sia l’uomo sia come “forma” che come contenuto, anima, scomponendo e ricomponendo parti di corpi maschili. Ho iniziato fotografando amici e poi continuato con modelli non professionisti. In questa selezione si può riconoscere un percorso di “affinamento” verso un certo ideale di equilibrio e “perfezione” partendo da aggregazioni complesse e “deformi” verso altre più armoniche e semplificate. Le immagini, scattate con un iphone ed editate solo ed esclusivamente con Instagram, sono stampate su lastre di alluminio Chromaluxe e apposte in sospensione ad una base in legno mdf. L’opera a 9 immagini dal titolo “La S/Vestizione” fa invece parte di un progetto sul calcio, chiamato “Calciosacro” ed è stata realizzata con il contributo della squadra A.C. Olmese».

A Bologna la mostra fino al 19 marzo 2017

Presso Palazzo Pepoli di Bologna è stata allestita una mostra antologica dedicata al fumettista, scrittore, saggista e attore Hugo Pratt (1927-1995), definito il padre della letteratura disegnata le cui opere sono state tradotte e pubblicate in ogni parte del mondo. Per merito suo il mondo della cultura ufficiale ha cambiato il suo atteggiamento snobistico nei confronti del fumetto, poiché molti si sono resi conto che anche la “striscia” può essere considerata una forma d’arte. La mostra bolognese considera tutta la vasta attività artistica di Pratt, ma analizza in particolare il suo celebre personaggio Corto Maltese nato cinquant’anni fa nel 1967. E’ la prima vera novella grafica della storia.

Al Sociale ultima rappresentazione in agenda per mercoledì 15 marzo

Si concluderà mercoledì 15 marzo la stagione di prosa 2016/2017 del Teatro Sociale di Castiglione. Dove è atteso ‘Scusate se non siamo morti in mare’, di Emanuele Aldrovandi per la regia di Pablo Solari, con Luz Beatriz Lattanzi, Marcello Mocchi, Matthieu Pastore, Daniele Pitari. ‘Scusate se non siamo morti in mare” è quanto si legge su un cartello esposto da alcuni immigrati durante una manifestazione a Lampedusa. In un futuro non troppo lontano la crisi economica – che invece di finire si è aggravata – ha trasformato l’Europa in un continente di emigranti.

Finale domenica 12 marzo alle 17.00 al Teatro Bonoris di Montichiari

E’ ai nastri di partenza la terza edizione del Concorso Lirico internazionale “Bazzini” organizzato dall’Associazione Koart. Frutto di una sinergia tra diverse associazioni, vede le fasi eliminatorie svolgersi alla Sala Laffranchi di Carpenedolo, mentre la finale si terrà nel magnifico “Teatro Bonoris” di Montichiari alle 17.00 di domenica 12 marzo. Edizione davvero internazionale, visto che si sfideranno più di 70 concorrenti di 12 nazionalità diverse. La parte del leone la faranno gli orientali, con coreani e cinesi a guidare la pattuglia dei più presenti, anche davanti agli italiani, che sperano di ripercorrere le orme del coreano Sungjin Lee, vincitore dell’edizione 2016, nella foto premiato dal grande baritono Rolando Panerai.

Pagina 1 di 162

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto