La mostra aperta fino a fine giugno

“Bilancia bascula” è il titolo dell’allestimento alla torre di accesso di Castellaro Lagusello dello scultore Roberto Ciroli che si aprirà sabato 22 aprile arricchendo l'offerta culturale del borgo e scoprendo un nuovo spazio espositivo unico e magico. Un gioco dell’artista per introdurre il visitatore nel mondo dei personaggi che abiteranno per due mesi la torre, impegnati loro malgrado in situazioni d’equilibrio precario su immaginifiche macchine volanti, basculanti, presenze che si lanciano nel vuoto riuscendo a non collassare grazie al bilanciamento di pesi e di incastri, sfruttando la struttura e gli appigli della torre.

Dalla collaborazione tra Auser ‘La mimosa’, Pro Loco, Gruppo Volontari, Ciclo Club e Comune di Guidizzolo parte il 5 maggio l’edizione 2017 di ‘LIBERAlaMENTE’. Quattro gli appuntamenti previsti negli altrettanti venerdi del mese di maggio, sempre con inizio alle ore 19. Incontri sempre densi di interesse e che richiamano solitamente un pubblico, si può dire, ‘affezionato’ a questi momenti che spaziano ed approfondiscono diversi temi. Il 5 maggio il prof. Giovanni Zangobbi parlerà di ‘Curiosità di storia locale’.

Con un concerto presso la palestra della scuola ‘Catullo’

Un pubblico attento ed appassionato ha assistito lo scorso 23 aprile, presente anche il sindaco Rosa Leso, ad uno straordinario concerto offerto dalla Banda cittadina di Desenzano del Garda. Straordinario nel vero senso del termine in quanto ha portato alla direzione dei brani in programma i 7 maestri che si sono succeduti alla direzione del complesso negli ultimi 40 anni. Sul podio si sono così succeduti Guido Poni (attuale direttore in esercizio dal 2014), Emiliano Gusperti (direttore dal 1978 al 1989), Giancarlo Telò (dal 1989 al 1992), Alberto Fantoni (dal 1992 al 1998), Bruno Righetti (dal 2004 al 2005), Silvio Micheli (dal 2005 al 2008) e Massimo Pennati (dal 1998 al 2004 e dal 2009 al 2014).

In mostra  a Corte de’ Frati fino al 30 maggio

Una mostra di acquerelli astratti. Così si presenta l’intensa personale di Liana Morgese, allestita a Corte de’ Frati, accogliente centro alle porte di Cremona, fino al 30 maggio, nell’ambito della Rassegna “Arte a Corte”, realizzata in collaborazione con l’associazione Co.Libri. Nata a Brescia, dove vive e lavora, Liana partecipa attivamente a manifestazioni artistiche dal 1999. Questa raffinata artista bresciana è infatti riuscita a intraprendere un inter compositivo fondato sullo studio della luce, attraverso i colori con i pigmenti ad acqua, pervenendo alla costituzione di opere, anche tridimensionali, che rimandano a una profondità empirica sottile e intensa. I quadri di Liana sono acquerelli di luce, armonie nascenti che nascono e si svolgono nel bagliore di un istante, nella consistenza ovattata della carta da cui paiono trarre origine e ritornare in continuazione.

A Brescia la mostra aperta fino a 11 giugno 2017

A Palazzo Martinengo di Brescia si può ammirare una mostra che racconterà la straordinaria stagione che l’Italia visse nel corso del XIX secolo, illustrando le correnti e i movimenti pittorici che vi fiorirono, rendendo il panorama creativo nazionale uno dei più dinamici a livello europeo. L’esposizione presenta più di 100 capolavori dei maggiori esponenti del neoclassicismo, del romanticismo, della scapigliatura e del divisionismo, da Canova a Hayes, da Fattori a Segantini, da Inganni a De Nittis, da Appiani fino a Boldini, per raccontare la straordinaria stagione artistica italiana dei XIX secolo. Il percorso espositivo si apre con “Amore e Psiche, capolavoro di Antonio Canova, che incarna i canoni dell’estetica neoclassica.

La compagine dell’Hèsperos Piano Trio proporrà musiche di Brahms e Beethoven

Con maggio torna la stagione concertistica organizzata dalla Fondazione ‘Bondoni Pastorio’ di Castiglione e dall’Associazione Orchestra da Camera di Mantova (OCM), con il sostegno di Comune e altri soggetti privati. La rassegna stavolta s’interseca con “Assaggi di Festival”, ciclo di appuntamenti di avvicinamento al Mantova Chamber Music Festival “Trame Sonore”. Ecco dunque che sabato 6 maggio alle ore 20 sarà protagonista Hèsperos Piano Trio (Filippo Lama, violino, Stefano Guarino, violoncello, e Riccardo Zadra, pianoforte) ad interpretare il Trio per archi e pianoforte in do minore n. 3 op. 101 di Johannes Brahms (1833-1897) e Trio per archi e pianoforte in sol maggiore op. 1 n. 2 di Ludwig van Beethoven (1770-1827).

Pagina 2 di 158

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto