HUGO PRATT CON IL SUO CORTO MALTESE. CINQUANT’ANNI DI VIAGGI NEL MITO

06 Marzo 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

A Bologna la mostra fino al 19 marzo 2017

Presso Palazzo Pepoli di Bologna è stata allestita una mostra antologica dedicata al fumettista, scrittore, saggista e attore Hugo Pratt (1927-1995), definito il padre della letteratura disegnata le cui opere sono state tradotte e pubblicate in ogni parte del mondo. Per merito suo il mondo della cultura ufficiale ha cambiato il suo atteggiamento snobistico nei confronti del fumetto, poiché molti si sono resi conto che anche la “striscia” può essere considerata una forma d’arte. La mostra bolognese considera tutta la vasta attività artistica di Pratt, ma analizza in particolare il suo celebre personaggio Corto Maltese nato cinquant’anni fa nel 1967. E’ la prima vera novella grafica della storia.

Il debutto dell’irrequieto marinaio col l’orecchino e la sigaretta pendente segna, secondo gli esperti, la nascita di una nuova arte. E’ un simpatico e complesso personaggio colto, un marinaio disincantato e avventuriero, un intellettuale dissidente, un gentiluomo fortunato, un pirata dalla spirito libero e cosmopolita, le cui avventure hanno e continuano a stregare intere generazioni di giovani. Personaggio moderno che è al disopra delle correnti politiche e il concetto di etichetta. Nato in un epoca di frenetico cambiamento, sa vivere sogni incredibili perché Maltese è un sognatore ed un inguaribile romantico. Nato negli anni del miracolo economico il suo messaggio contrasta la logica consumistica di una società italiana e occidentale che registra un rapido mutamento. Intorno ha un mondo che insegue il benessere, ma Maltese odia il materialismo.
Ritiene che: “Il tesoro inteso come scopo ultimo di un’avventura e fonte di arricchimento non è raggiungibile. L’avventura è l’unico tesoro possibile”. Forse lui stesso ha trovato la propria etichetta quando afferma: “Forse sono il re degli imbecilli, l’ultimo rappresentante di una dinastia completamente estinta che credeva nella generosità e nell’eroismo”. Dietro il profilo di questo singolare personaggio c’è lo spirito nomade, amante dei viaggi e dell’avventura  di Hugo Pratt.
La mostra di Palazzo Pepoli, ricca di disegni a colori, di acquerelli e riviste, di rarità e sorprese è proprio un invito ad abbandonarsi senza paura alla magia del viaggio, sotto la guida sicura di Corto Maltese. Nell’attraversare mari e oceani sconosciuti c’è la certezza che si troverà sempre un’isola per ripararsi da imprevisti e tribolazioni, per ripararsi nell’imperversare di un tifone, o per riposare e amare, perchè all’orizzonte c’è sempre un invito ad andare. La rassegna ha un ricco corollario di attività collaterali, da progetti didattici per le scuole, a conferenze per appassionati e di suggestive ambientazione scenografiche capaci di coinvolgere i visitatori e tutta la città.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto