“CAPENDO ADAMO”, MOSTRA A CREMONA PRESSO CASA STRADIVARI FINO ALL’8 APRILE

13 Marzo 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Se un vero artista è uno sperimentatore, allora Nicola Bertoglio è un vero artista. Le sue opere si possono ammirare a Cremona sino all’8 aprile presso “Casa di Stradivari”, dimora del sommo liutaio vissuto all’ombra del Torrazzo. Il titolo della mostra, “Capendo Adamo”, fa riferimento, come spiega lo stesso artista, a un progetto «iniziato nel 2013 ed attualmente ancora in corso. Si tratta di una ricerca di “comprensione” su cosa sia l’uomo sia come “forma” che come contenuto, anima, scomponendo e ricomponendo parti di corpi maschili. Ho iniziato fotografando amici e poi continuato con modelli non professionisti. In questa selezione si può riconoscere un percorso di “affinamento” verso un certo ideale di equilibrio e “perfezione” partendo da aggregazioni complesse e “deformi” verso altre più armoniche e semplificate. Le immagini, scattate con un iphone ed editate solo ed esclusivamente con Instagram, sono stampate su lastre di alluminio Chromaluxe e apposte in sospensione ad una base in legno mdf. L’opera a 9 immagini dal titolo “La S/Vestizione” fa invece parte di un progetto sul calcio, chiamato “Calciosacro” ed è stata realizzata con il contributo della squadra A.C. Olmese».

Nato a Cremona, vive a Pieve d’Olmi, accogliente centro della bassa padana, Nicola Bertoglio si dedica alla poesia e alla sperimentazione fotografica da smartphone, la cosiddetta “iphoneografia”, maturata nel corso di viaggi ed esperienze in Italia e in Europa. Ha recentemente esposto a Milano, Bergamo e Osnago ottenendo lusinghieri giudizi di critica e pubblico. Non si può non riconoscere a questo eclettico creativo la volontà di dare forma al reale attraverso contenuti che si caricano di un simbolismo assoluto mediante un linguaggio contemporaneo che si avvale di uno strumento attualissimo come l’iphone per generare arte che prende le mosse da corpo in quanto tale. Una ricerca nelle profondità dell’animo umano a partire dalla laica “sacralità” del corpo, dal suo essere in quanto tale, lasciato fondersi e liberarsi nello spazio oltre gli stretti confini della plasticità. Un fluxus d’immagini, dunque, che “raccontano” accennano a storie personalissime senza peraltro raccontarle in forma univo, lasciando cioè all’osservatore il compito o meglio il piacere di completarle. E il riferimento al primo uomo, ad Adamo, risulta la chiave perfetta per accostare e comprendere questo iter sempre in divenire.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto