FERRARI: “ECCO PERCHÉ UN DISTRETTO AGROALIMENTARE SAREBBE FATTIBILE”

15 Novembre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Castiglione: il capogruppo di ‘Agire’ torna sull’argomento, sul quale punta anche il PD

“Un Distretto agroalimentare a Castiglione è possibile: è un percorso lungo e difficile, ma non irrealizzabile. Richiede tuttavia un convinto impegno da parte di una ‘Politica’ che sia capace di governare i processi e di coinvolgere Enti, aziende, associazioni di categoria.

Purtroppo negli esponenti dell’attuale maggioranza l’intenzione seria di avviare questo processo di coordinamento non si vede; quello che si è visto finora è solo un atteggiamento di accentuato scetticismo e di critica distruttiva: non vorremmo che fosse la spia dell’incapacità di affrontare sfide impegnative e di ampia prospettiva”. È la posizione dei gruppi consiliari di ‘Agire’ e Partito Democratico, per voce di Nicola Ferrari, che replica alla posizione negativa espressa da esponenti del centro destra alla proposta di istituire un Distretto agroalimentare a Castiglione. Ferrari spiega che la normativa è complessa e che ci sono diverse strade percorribili, diverse l’una dall’altra. Quella idonea per la realtà castiglionese sarebbe quella del Distretto agroalimentare di qualità e non del Distretto di filiera, la quale a Castiglione di fatto non c’è. La tipologia che, secondo PD ed ‘Agire’, è quindi fattibile è definita come “sistemi produttivi locali, anche a carattere interregionale, caratterizzati da significativa presenza economica e da interrelazione e interdipendenza produttiva delle imprese agricole e agroalimentari, nonché da una o più produzioni certificate e tutelate ai sensi della vigente normativa comunitaria o nazionale, oppure da produzioni tradizionali o tipiche”. “Diversi esponenti dell'attuale maggioranza, evidentemente non aggiornati, sostengono che a Castiglione non potrà mai esistere un Distretto agroalimentare, adducendo come motivo la mancanza di una filiera produttiva specifica. Tuttavia la normativa sul Distretto agroalimentare di qualità permette anche nel nostro territorio di attuare l'impegno per avviare il quale il consiglio comunale del 22 settembre ha votato all'unanimità – sottolinea Nicola Ferrari -. E questo ci preoccupa perché ci rendiamo conto che certe prese di posizione contrarie sono pretestuose e soprattutto che non è stata colta appieno l'opportunità di questa azione per lo sviluppo del nostro territorio”.

Devi effettuare il login per inviare commenti

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome