Visualizza articoli per tag: cronaca

Si aggirava con fare sospetto in piazza don Leoni a Mantova, quando i Carabinieri hanno deciso di fermarlo e controllarlo. Nel corso delle perquisizioni personale e domiciliare, i militari, hanno trovato nell'abitazione del ventiduenne di origine brasiliana, domiciliato nella città di Virgilio e già gravato da precedenti penali, circa seicento grammi di hashish, già confezionato in panetti, settecento euro in contanti e materiale per il confezionamento e vendita della droga.

Due anni di reclusione, la Corte di Torino ha però concesso la sospensione della pena, è la condanna inflitta alle dottoresse ed al loro collega, finite a processo per il caso noto come ''Stamina'', cura alternativa che avevano intrapreso al Civile di Brescia. L'accusa della quale sono state ritenute colpevoli, è ''somministrazione di farmaci imperfetti''. Assolti tutti invece da quella di associazione per delinquere, truffa ed abuso d'ufficio.

Diciassette persone coinvolte, tredici ferite, tra le quali cinque bambini. Per fortuna nessuno è grave. Questo in estrema sintesi, l'esito di un grosso incidente avvenuto domenica, in territorio di Mazzano, lungo la provinciale 45Bis. Già teatro di numerosi sinistri, alcuni anche mortali, l'arteria è rimasta paralizzata ancora una volta, dopo che i sei veicoli si sono scontrati, per cause ancora al vaglio delle forze dell'ordine.

Sarebbe la mancata precedenza di un automobilita che si è immesso nella circolazione da un vialetto secondario, ad aver provocato l'incidente che ha causato il ferimento grave di un motociclista di quarantadue anni. Il centauro infatti non è riuscito ad evitare l'ostacolo che gli ha sbarrato improvvisamente la strada.

L'inchiesta nasce nel 2013 quando i Finanzieri scoprono nello studio privato di un ortopedico in forze presso l'ospedale di Pieve di Coriano, 544.580 euro in contanti. Secondo gli investigatori, tale ingente somma era frutto del fatto che medico, pur non potendo farlo, esercitava privatamente la professione di ortopedico. La difesa sosteneva invece che il denaro era frutto di una vincita al gioco d'azzardo.

I Carabinieri della Compagnia di Castiglione della Stiviere sono arrivati a lui dopo indagini complesse. L'uomo, operaio di Gazoldo degli Ippoliti, nascondeva in casa poco meno di un chilo e mezzo di hashish, trentadue grammi di semi di marijuana, cartucce da caccia calibro dodici, materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente.

Un anno e nove mesi di reclusione, per il reato di ''violenza sessuale su minore'' è la sentenza emessa dal giudice del Tribunale di Brescia, nei confronti di un uomo di settantadue anni. Durante un pomeriggio di settembre 2016, all'interno di un centro commerciale di Palazzolo, aveva seguito una ragazzina di undici anni, che si era separata dalla madre per andare in bagno.

Cinquantasei persone identificate, centoventisei veicoli ispezionati, venti verbali contestati per violazione del regolamento di Polizia Urbana e quarantanove per violazione del Codice della Strada, sono alcuni numeri, che riassumono l'attività di controllo, effettuata dagli agenti della Polizia Locale di Brescia. L'attenzione delle forze dell'ordine si è concentrata sulle zone del Carmine e della stazione ferroviaria. Venti persone sono state multate, sedici per consumo di alcolici, tre per accattonaggio molesto, una per abbandono di rifiuti.

Analizzando la contabilità relativa al periodo che va dal 2011 al 2013, i finanzieri di Brescia hanno scoperto una frode fiscale, commessa dai responsabili di una società di capitali bresciana. Grazie all'utilizzo di fatture, emesse da diverse società operanti nel territorio bresciano, differenti dalle reali venditrici di merce, hanno realizzato una frode fiscale per un importo di oltre undici milioni di euro, evitando così di pagare due milioni e quattrocentomila euro di Iva. Il legale rappresentante, cinquantacinque anni, di Concesio, è stato denunciato.

L'intervento dei Carabinieri, assolutamente non di routine, visto che proprio in questo periodo si sta ricercando un pericoloso criminale che, in base alle testimoninanze, si aggirerebbe non lontano dalle campagne del Basso Mantovano, è stato richiesto da alcuni cittadini che segnalavano la presenza di uno sconosciuto che si aggirava con un fucile a tracolla, nell'area boschiva della zona golenale di Cavallara di Viadana. Giunti sul posto, i due uomini dell'Arma, hanno agito con estrema professionalità, circondando lo sconosciuto senza che questi se ne accorgesse e disarmandolo in totale sicurezza.

Ha trentadue anni ed è del posto, la donna denunciata dai Carabinieri, per avere rubato il portafogli di un cittadino mantovano, di quarantasette anni. Il furto è stato commesso all'interno di un esercizio pubblico di San Giorgio. L'accusa nei suoi confronti è di furto aggravato.

I Carabinieri di Castiglione delle Stiviere hanno denunciato per truffa due uomini, un trentaduenne residente nel Milanese ed un quarantacinquenne, che abita nella provincia di Pescara, per il reato di truffa. I due hanno pubblicato su un portale internet un'inserzione, nella quale dicevano di voler vendere due pc portatili, a prezzo molto conveniente.

In seguito alla costituzione di una Task Force, composta da varie forze di Polizia, dalla Prefettura di Mantova, Polizia Locale e referenti di Inail, Inps, Camera di Commercio ed Ispettorato del Lavoro, per reprimere e contrastare il fenomeno dello sfruttamento di manodopera irregolare e clandestina, i Carabinieri di Castel Goffredo, assieme ai colleghi di Asola e alla Polizia Locale,

L'operazione è stata condotta dagli uomini della Polizia di Stato e ha portato al sequestro di due abitazioni, che si trovano a Leno e Bagnolo Mella. Era il 5 agosto dello scorso anno quando il proprietario degli stabili, un cittadino marocchino di quarantuno anni, fu arrestato perchè trovato in possesso di oltre centosettanta chili di hashish.

Era stata condannata per associazione mafiosa, aveva partecipato all'assalto di un furgone, la donna ucraina di trentasei anni, arrestata dalla Polizia di Brescia, su ordine del Tribunale di Napoli. Secondo gli inquirenti, aveva fatto parte di un'organizzazione di stampo mafioso, dedita all'estorsione, all'importazione di armi, falsificazione e spendita di banconote contraffatte.

Centoquattrodici persone identificate, quarantotto veicoli ispezionati, tre contravvenzioni per violazione del Codice della Strada, tre esercizi pubblici controllati, sono alcuni dei numeri che riassumono l'attività di prevenzione, messa in campo da parte della Polizia di Stato, di quella Locale e della Guardia di Finanza a Mantova.

Quando sono state eseguite le ispezioni, c'erano trentasette cani e quattro gatti, tutti tenuti in gabbia, in pessime condizioni igieniche. Il titolare di un negozio di Porto Mantovano, era finito a processo per maltrattamento di animali. Il giudice ha deciso per la sospensione dell'attività, per un anno e sei mesi e per il pagamento di una multa di settemila euro. Nel frattempo gli animali sono stati affidati alle cure della Lega per la Difesa dei Cani.

Quando una dipendente del negozio di via Verdi, a Mantova, ha tentato di fermarle, le due donne non hanno esitato a spintonarla brutalmente, per guadagnare la fuga. I poliziotti sono intervenuti su richiesta del personale dell'esercizio, dove poco prima, due sconosciute avevano sottratto vari capi di vestiario ed erano fuggite senza pagare.

Tramite videoriprese e pedinamenti, i Carabinieri sono riusciti a documentare numerosi furti, commessi presso l'isola ecologica di via Metastasio, a Brescia. I militari, hanno quindi eseguito l'ordine di arresto, emesso dal Gip di Brescia, facendo scattare le manette ai polsi di un cittadino egiziano, di uno algerino, i uno proveniente dal Benin e di una donna camerunense.

Accertato che un locale, che si trova in via Corfù, a Brescia, è ritrovo consueto di persone con precedenti di Polizia e che, nonostante le sollecitazioni da parte delle forze dell'ordine, il gestore non ha fatto nulla per garantire un minimo di legalità, il Questore ne ha disposto la chiusura per un periodo di dieci giorni.

Pagina 1 di 395

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto