Visualizza articoli per tag: cronaca

Le cause e le responsabilità dell'incidente drammatico, sono al vaglio dei Carabinieri. Erano circa le 4,30 del mattino e il camionista, settant'anni, stava viaggiando lungo la Goitese, nei pressi della Sterilgarda, alla guida di un'autocisterna. Improvvisamente ha perso il controllo del mezzo ed è andato a sbattere contro il guard rail, per poi terminare la corsa nel giardino di un'abitazione. Il corpo dell'uomo, rimasto imprigionato, è stato liberato dalle lamiere dai Vigili del Fuoco.

Le cause e la dinamica del sinistro sono ancora da accertare da parte delle autorità. Potrebbe esserci un malore all'origine dell'ennesima sciagura che si è verificata sulle strade mantovane. L'autista di un furgone, ha improvvisamente perso il controllo del mezzo, lungo la provinciale 56 tra Campitello e Canicossa, finendo nel fosso. L'uomo è morto sul colpo.

L'incendio potrebbe essersi sviluppato all'interno di una pizzeria, per poi propagarsi al resto dello stabile. Questa la teoria più accreditata, formulata dai Vigili del Fuoco, intervenuti per spegnere un incendio che si è sviluppato a Manerbio. Il rogo è stato estinto rapidamente ma una persona che abitava al piano superiore è deceduta.

La segnalazione alla Guardia di Finanza è arrivata direttamente dall'Ufficio Tributi del Comune di Castel Mella. Quando i militari hanno fatto irruzione all'interno di una capannone, che ospita l'attività di un cittadino di origine russa, hanno subito notato il forte odore di gasolio che proveniva da dietro una tenda. Vincendo la reticenza e la mancanza di collaborazione dello stranieri, i finanzieri hanno trovato e quindi sequestrato, poco meno di duemila chili di gasolio, contenuto in due cisterne, nascoste dietro tende e pannelli di legno.

Molti ragazzi, quando hanno visto arrivare gli uomini della Guardia di Finanza della Tenenza di Desenzano del Garda, sono scappati, hanno gettato la droga o nascosto le bottiglie di superalcolici. L'intervento mirato, da parte delle Fiamme Gialle, supportate dai Carabinieri, è stato eseguito presso una nota discoteca del Basso Garda, frequentata da ragazzi tra i diciassette e i trentaquattro anni. La droga era stata nascosta tra i cuscini, buttata per terra, occultata tra le piante al di fuori del locale.

Si è presentato in Questura, accompagnato dal suo avvocato. Il ragazzo, venticinque anni, di Carpenedolo ha confessato di essere lui ad avere aggredito il coetaneo di Lumezzane, al quale ha procurato ferite guaribili in sessanta giorni. Il fatto è accaduto qualche sera fa, al di fuori di un locale notturno gardesano. La vittima cerca di difendere un'amica, che sta subendo approcci troppo insistenti da un ragazzo. Quest'ultimo, indispettito lo aggredisce con estrema violenza.

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto