Visualizza articoli per tag: cronaca

Convincevano le proprie vittime, tutte di età avanzata, ad acquistare il loro rilevatore del gas, per non incappare in qualche fantomatica multa. I Carabinieri di Spilimbergo, in provincia di Pordenone, hanno arrestato dieci persone, tre italiani e sette albanesi, che partivano alla volta del Friuli dove, fingendosi installatori incaricati, piazzavano normalissimi apparecchi di rilevazione del gas, spacciandoli come di ultimissima generazione. Gli esperti hanno scoperto anche materiale radioattivo al loro interno.

Si è improvvisamente accasciato a terra, mentre lavorava assieme ai colleghi, intenti a tagliare l'asfalto di via Ferrante Gonzaga, a Ceresara. Il cinquantenne di Calvisano, colpito da infarto, è stato soccorso e quindi portato all'ospedale di Castiglione delle Stiviere dove i medici di Emodinamica lo hanno operato. Le sue condizioni sarebbero migliorate e non dovrebbe essere in pericolo di vita.

Lo ha trovato riverso a terra la sorella, che ha dato l'allarme. In primo tempo il ventiseienne di Bozzolo è stato portato al Carlo Poma di Mantova, poi si è deciso di trasferirlo al Civile di Brescia, dove i medici lo hanno sottoposto ad intervento chirurgico per rimuovere un ematoma alla testa, che si è procurato cadendo, probabilmente a causa di un malore.

Nell'abitazione del giovane padenghino di ventiquattro anni, c'erano ottantaquattro grammi di maijuana. Questa la scoperta dei Carabinieri della Compagnia di Manerba del Garda. I militari hanno trovato quattro confezioni con cinque dosi ciascuna, già pronte per essere vendute. Il ragazzo è stato arrestato.

Gli uomini della Guardia di Finanza hanno eseguito cinque arresti nella mattinata di oggi, 29 ottobre, tra Brescia e Napoli, su un totale di otto persone indagate. L'indagine nasce nel 2013, in seguito al fallimento di una società bresciana operante nell'edilizia. Nel corso delle perquisizioni, sono anche stati sequestrati ventisette immobili per un valore di circa due milioni di euro. Nei confronti delle cinque persone arrestate, che lavorano nel settore immobiliare, sono mosse le accuse di bancarotta fraudolenta ed altri reati fiscali. L'inchiesta ha permesso di evidenziare come gli accusati, abbiano operato distrazioni patrimoniali per circa quattro milioni di euro.

Ha settantuno anni ed è il nonno della propria vittima, l'uomo condannato dal Tribunale di Mantova ad un anno ed otto mesi di reclusione. Nei suoi confronti è stata mossa l'accusa di violenza sessuale su minore, per avere palpeggiato la nipotina. I fatti risalgono a quattro anni fa.

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome