Uno a fianco all’altro hanno voluto salutarlo per l’ultima volta gli amici e maestri: Sergio Gelmetti, Riccardo Brunello che cantava e suonava la chitarra nell’orchestra di Danilo, Charlie Tomaselli al basso, Franco Bertolini alla batteria e Beppe Fornari con cui ha trascorso anni a suonare per le feste sul battello a pale che attraversava il lago di Garda. Moreno Romanelli ne resta il nipote d’arte, lui continuerà la passione per la musica amata fin da bambino sulle sue ginocchia del nonno.

Un parrocchiato lungo oltre un quarto di secolo nella parrocchia di S. Maria Assunta a Montichiari, durante i quali promosse i restauri del Duomo, diede forma ad iniziative ed incontri per giovani e adulti, ma soprattutto si fece notare per la sua capacità oratoria che si sprigionava nelle omelie sferzanti e nel dialogo attento con le persone. Con la scomparsa di Mons. Franco Bertoni, avvenuta la notte scorsa, se ne va un protagonista di peso di Montichiari.

Si è spento improvvisamente la mattina del 7 dicembre scorso a Casalpoglio, frazione di Castel Goffredo, all'età di 81 anni Alfredo Nazzari Spezia. Molto stimato e conosciuto, Spezia è stato uno dei padri fondatori, quasi trent'anni fa, della Polisportiva Casalpoglio e l'ha guidata da presidente fino all'anno 2007. La sua più grande passione è stata da sempre quella del calcio, infatti, dopo aver fondato la Polisportiva Casalpoglio, assieme a giovani calciatori casalpogliesi e con l'appoggio dell'allora amministrazione comunale, riuscì nell'intento di far costruire un piccolo "grande" stadio di calcio a Casalpoglio.

Era lunedì 3 dicembre 2012 quando giunse a Carpenedolo la triste notizia dell’incidente in cui decedeva il giovane Francesco Trigiani, il paese rimase attonito e una profonda commozione colpì la popolazione: un lunedì tragico sulle strade della provincia bresciana. Un fulmine che aveva scosso tutti immergendo nel dolore una giovane e unita famiglia: Francesco Trigiani 36 anni lasciava la giovane e adorata moglie Luciana, il tanto amato piccolo Diego, il papà Enzo, la mamma Barbara, la sorella Maria e la nonna Vanda.

La chiesa parrocchiale di Casaloldo non è riuscita a contenere il fiume di gente che ha voluto dare l’ultimo commosso saluto a Lucia Chiarini, di soli 50 anni, nota e stimata imprenditrice di un calzificio di Casaloldo, colpita all’improvviso da un aneurisma. La notizia della sua scomparsa dopo quattro giorni di coma ha lasciato sgomento tutto Casaloldo. "Non riusciamo ancora a credere che Lucia sia morta, ci sembra un incubo, è impossibile – commentano alcuni cari amici commossi – era una donna bellissima, piena di vita, una grande moglie, una madre speciale e un’intraprendente imprenditrice".

E’ mancata all’affetto dei suoi cari la Signora Dolfina Benzi vedova Uggeri all’età di 86 anni, personaggio storico di Castel Goffredo conosciuta da tutti come zia Rosi. Zia Rosi è stata aiuto farmacista del Paese. Il volontariato è stato per Lei uno scopo di vita. Dall’AVIS alla San Vincenzo senza trascurare i pranzi di Natale per i meno fortunati. Esperta di cucina, specialista nella realizzazione di dolci…e che dolci!

Pagina 9 di 12

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto