CASTIGLIONE: IL TAMBURELLO E LA ‘SUA’ GROLE DANNO L’ADDIO A CELSO CAIOLA

30 Gennaio 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Scomparso uno dei protagonisti del mondo sportivo e dell’associazionismo della città

È morto negli scorsi giorni Celso Caiola, grolese conosciuto ben oltre i confini comunali per il suo impegno pluriennale per il tamburello. Caiola lascia la moglie Renata, la figlia Erika, il figlio Franco. Come dicevamo, parlare di Celso a Castiglione delle Stiviere vuol dire parlare del tamburello. Sport del quale era stato protagonista, prima come giocatore e poi come dirigente della formazione che ha partecipato negli anni ai massimi campionati, fino alla serie A. In una breve intervista rilasciataci un paio d’anni fa, proprio Celso in prima persona descriveva così l’avventura del tamburello castiglionese: “La società nacque nel 1977 e tra i propri fondatori annovera Rito Ambrosi, Giuseppe Calafà ed Achille Marinelli.

Io entrai più tardi, per la precisione nella veste di allenatore, ma con alle spalle un curriculum da giocatore della massima serie. Erano anni di crescita, visto che dalla serie D e C fra le quali ci alternavamo, siamo passati alla B per rimanerci fino al 1998, quando facemmo il salto in A. Ma durò poco, per scarsità di risorse economiche e di sponsor. La serie cadetta dal 2001 al 2012, quindi, per il Tamburello Castiglione, periodo nel quale, comunque il club conquistò la Coppa Italia di serie B nel 2010 e nel 2012, ed in quest’ultimo anno (era il 2014, ndr) anche la Supercoppa italiana. Oltre alla promozione in serie A”. È stata una passione assoluta, la sua, per questo sport, al quale aveva dato anima e corpo. Una persona forte, che aveva ripreso in mano la sua vita dopo il terribile incidente che lo costrinse su una sedia a rotella. Caparbio e generoso, di poche parole e molti fatti, così ricordano Celso Caiola le donne e gli uomini che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di collaborare con lui. Caiola negli ultimi tempi aveva prestato tante energie anche per le attività del Gru-Gro, a partire dell’importante festa annuale che si tiene tra fine agosto ed inizio settembre. In questo lavorando a fianco del figlio Franco, presidente dell’associazione. Alla famiglia Caiola vanno le più sentite condoglianze della Redazione e Direzione de ‘Il Gazzettino nuovo e Temporadio’.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto