SFRUTTAMENTO DELLA MANODOPERA: DUE MANTOVANE A PROCESSO

18 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Era stato un funzionario dell'Ats di Suzzara a scoprire come si svolgeva l'attività, gestita da due mantovane, una quarantaduenne di Moglia ed una socia, cinquantatrè anni, di Mantova. Avevano organizzato una vera e propria azienda, all'interno del garage dell'abitazione di una di loro.

Le due donne, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, reclutavano lavoratori marocchini, che sfruttavano successivamente, nella loro attività. Tre operai assemblavano flebo, da usare negli ospedali. La quarantaduenne di Moglia, riceveva il materiale da un'azienda di Bondeno di Gonzaga, perchè fossero montati i dispositivi ospedalieri. I tre stranieri lavoravano dietro compenso ridicolo, che era elargito solo un mese dopo il lavoro svolto. Sfruttando lo stato di povertà dei dipendenti, li costringevano a lavorare sette giorni su sette, dalle 9,00 del mattino alle 21,00 senza pausa alcuna. Nel garage non era rispettata nessuna norma igienica o di sicurezza.
 

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome