ALESSANDRO GALLESI: ''FAST FASHION E FASHION BLOGGER, UN DANNO PER LA PRODUZIONE ITALIANA''

05 Settembre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Il presidente di Adici ospite a TempoRadio

''Sicuramente il turismo ha fatto segnare numeri importanti quest'anno e questo è bene. Non ci troviamo però di fronte ad un vero e proprio recupero, perchè il fenomeno deve diventare ancora strutturale. Si parla di ripresa, quando gli imprenditori tornano ad investire, cosa che ancora non possono fare, anche perchè, per far fronte a ben altre difficoltà, sono rimasti indietro come apparecchiatura, rispetto ai loro colleghi delle altre nazioni''.

Alessandro Gallesi, presidente di Adici, associazione che riunisce produttori della calza, spiega come sia ancora complesso, iniziare il percorso di risalita, per l'Italia, Paese dove la crescita è decisamente inferiore, rispetto a quella del resto d'Europa, Grecia compresa. ''Negli ultimi anni siamo rimasti indietro sotto numerosi aspetti. Ora si comincia a comprendere quanto sia importante restare al passo coi tempi, capire come vada il mondo globalizzato. In Italia però, di fatto, la fibra ottica per internet, quasi non esiste o non funziona. Hanno diviso le aree in nere, cioè ad alta urbanizzazione e bianche, che chiamano ad alto rischio fallimento. Se Milano, ad esempio, è area nera, Castiglione è bianca e la fibra, anche se posizionata, attende il gestore privato, per essere messa in funzione. Non si tiene presente che la nostra è una realtà ben diversa da quella di altri Stati, come la Francia. Non abbiamo una Parigi, con sedici milioni di abitanti''. Nonostante internet e l'informazione siano fondamentali per conoscere il mondo, per restare competitivi occorre anche regolamentare le cose, ricorda Gallesi. Oggi, troppi fashion blogger, condizionano il mercato in base ai loro capricci. ''In particolarte si assiste allo spettacolo di persone che devono postare un numero altissimo di foto. Questo indica che probabilmente, hanno qualcuno che le sponsorizza. Così operando spingono verso un modo di vestire con molti stili, ma chiedo chi possa avere tanti soldi da potersi cambiare tanti abiti. Proprio per seguire questi fashion blogger, le persone si rivolgono a quelle catene di distribuzione, che fanno sempre capo a quella produzione proveniente da Paesi, dove le condizioni dei lavoratori sono inaccettabili e l'inquinamento derivante dalle fabbriche, estremamente dannoso''.

Media

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto