BRESCIA, IL FESTIVAL LEXGIORNATE E’ INCENTRATO SULL’ARMONIA DELLA SEDUZIONE

11 Settembre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Il direttore artistico, Daniele Alberti: “Protagonista è la musica”

Torna il festival LeXGiornate, in centro storico a Brescia dal 14 al 23 settembre. La rassegna, sempre più inserita nel tessuto artistico cittadino, propone nuove contaminazioni tra diversi linguaggi musicali e letterari. Il tema di quest’anno si chiama Seduzione. “Nelle altre edizioni – spiega il direttore artistico Daniele Alberti –, abbiamo indagato le virtù del dubbio come motore dell’arte, ci siamo addentrati nella follia intesa come nutrimento dell’anima.

Ora affrontiamo un altro tema suggestivo: la seduzione, che costituisce il centro attorno a cui ruotano gli appuntamenti inseriti nel cartellone di questa dodicesima edizione. Se dunque l’arte del sedurre è un esercizio della mente e dell’anima, ecco che durante il festival il leitmotiv della seduzione sarà preso, analizzato, decostruito e quindi ricostruito con molteplici linguaggi espressivi, che dalla musica sconfineranno in altre discipline fino a dipingere un quadro fatto di emozioni, intersezioni artistiche e dialoghi futuribili che incarnano alla perfezione lo spirito avanguardistico della rassegna. L’obiettivo è dare forma a un percorso cognitivo scandito fra musica, riflessioni culturali e tecnologie, elementi diversi ma complementari, che interagiranno a vicenda per animare un dibattito libero, senza confini. Il festival – termina Alberti - propone continuità nella fruizione musicale, dove il concerto come rituale si spoglia delle vesti tradizionali per trasformarsi in un’esperienza multiforme, da vivere a 360 gradi, in cui il pubblico non è più spettatore ma protagonista. Un’esperienza all’interno della quale la seduzione vibrerà come linfa vitale, accendendo il fuoco che riscalda l’esistenza”. Ecco dunque che la rassegna coltiva i suoi obiettivi di sempre, in primis il saper intercettare e farsi veicolo dello spettro in costante metamorfosi dei linguaggi della contemporaneità, un percorso stimolante dal punto di vista psicologico lungo il filo rosso della seduzione e declinato nei cinque parametri della creatività codificati dal comitato scientifico del festival: seguire una regola, varcare i confini, comporre e scomporre, idee che viaggiano, cambiare le coordinate. Quindi, le parole chiave: contaminazione, innovazione, bellezza, incontro, narrazione. Dal 14 al 23 settembre il manifesto programmatico si declinerà tra concerti, conferenze, dibattiti, eventi e iniziative di contorno, suddivisi com’è ormai tradizione in una serie di format che anno dopo anno si arricchiscono di nuove proposte, mantenendo al contempo un legame di continuità con la storia ultradecennale del festival. Protagonista assoluta sarà la musica. Dalla classica al jazz, passando attraverso digressioni pop, sussulti sperimentali e altri suoni. I concerti si terranno al Teatro Sociale, l’orario d’inizio è fissato per le 21.15. In scaletta The Michael Nyman Band (14 settembre in collaborazione con la fondazione Poliambulanza), Sergio Cammariere (15), Moni Ovadia & Ensemble Rom e Cagè (16), Alessandro Haber, la soprano Lorna Wndsor e il Modern bachianas Quartet (17), Paolo Fresu e Uri Caine (18), Cameron Carpenter (19), Trlok Gurtu e Arkè String Quartet con Enrico Rava (20), Ramin Bahrami e Danilo Rea (21), Dolce Puentes (22), Banda Osiris (23). Alle ore 18 all’aula magna della Cattolica si svolge “Aspettando il concerto”, con la presenza di alcuni esponenti della cultura italiana come Vito Mancuso e Umberto Galimberti. E ancora: dall’incontro fra LeXGiornate e Saef nasce un nuovo format, guidato da Alessandro Cecchi Paone e Maddalena Damini che incontrano una serie di personaggi che incarnano il futuro e la forza propulsiva del Paese. Gli incontri hanno luogo nella tensostruttura di piazza Vittoria, alle 17. Non manca il “Cappuccino ben temperato”, alle ore 9,30 all’Hotel Vittoria , uno spazio di suono e di parola che riporta in vita echi e profumi delle atmosfere del caffè mitteleuropeo nel cuore di Brescia. Sarà Pamela Villoresi, primadonna del teatro e del cinema italiano, accompagnata dall'intramontabile Cyrille Lehn, a dare il buongiorno ai bresciani, accompagnandoli in un viaggio mai scontato tra poesie, testi di canzoni e brani letterari, presentati con garbo e ironia. Gli appuntamenti sono fissati per venerdì 15, sabato 16 domenica 17 settembre e, il weekend successivo, venerdì 22 e sabato 23. Il festival quest’anno aprirà a una serie di appuntamenti ambientati in luoghi fuori dall’ordinario come i centri commerciali o le sedi di aziende storiche e aprirà alle scuole, in collaborazione con l’istituto “Antonietti” di Iseo teatro di incontri studiati per coniugare fruibilità e efficacia didattica. La macchina organizzativa de LeXGiornate è l’associazione Francesco Soldano, nata a Brescia nel 1999 e intitolata a una personalità locale eclettica quale fu Francesco Soldano, intellettuale, violinista e scrittore.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome