CONTRATTO PRELIMINARE E DEFINITIVO

K2_ITEM_AUTHOR 

Solitamente, nelle contrattazioni, quella preliminare è la vera intenzione delle Parti. Il contratto definitivo, invece, serve unicamente per confermare quanto pattuito nel preliminare. Tuttavia, la Corte di Cassazione la pensa in maniera diversa. Infatti, l’ultima sentenza n. 20541 del 31 agosto u.s., che ricalca quanto già ripetutamente affermato in altre precedenti sentenze, indica che se c’è discordanza tra il contratto preliminare e quello definitivo è quest’ultimo a prevalere.

Infatti, la Suprema Corte, afferma che il preliminare viene superato dal definitivo a meno le Parti non abbiano espressamente previsto che alcune clausole o tutto il preliminare rimanga in essere. Nel caso in esame, l’acquirente pagando un prezzo maggiore di quanto riportato nel definitivo, ne ha chiesto il rimborso. La differenza era il “nero” ??. Non si sa. Tuttavia la Cassazione ha dato ragione all’acquirente motivando, appunto, che vale ciò che è scritto nel contratto definitivo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome