E SE LA CASA ASSEGNATA ALLA MOGLIE VIENE VENDUTA O PIGNORATA?

K2_ITEM_AUTHOR 

Abbiamo detto più volte che la casa familiare in genere viene assegnata al coniuge con cui resteranno ad abitare i figli (nel 99% dei casi si tratta della madre, mentre il padre dovrà trovare un altro alloggio anche se è proprietario dell’immobile). Ma cosa succede se il proprietario decide di vendere l’immobile? oppure se un creditore pignora la casa (ad esempio la banca, che laddove non vengano onorate le rate del mutuo decide di far valere l’ipoteca iscritta a garanzia del pagamento)? il genitore assegnatario e i figli dovranno andarsene? non esattamente, specie se si è fatto luogo alla trascrizione del provvedimento di assegnazione presso la Conservatoria dei Registri immobiliari.

Ora, i giudici ritengono che in assenza di trascrizione del provvedimento di assegnazione della casa familiare, la moglie alla quale è stata assegnata la casa può opporre per nove anni al terzo acquirente il titolo di assegnazione. Se, invece, il provvedimento di assegnazione della casa familiare è stato trascritto presso la Conservatoria, il titolo di assegnazione può essere opposto anche oltre i nove anni e conserva la sua efficacia fino al permanere dei requisiti presenti quando il giudice lo ha emesso. La trascrizione, però, deve aver luogo prima della eventuale vendita dell’immobile, come pure non può essere fatta valere nei confronti del creditore che abbia iscritto l’ipoteca sull’immobile prima della trascrizione dell’atto di assegnazione stesso. La trascrizione non è obbligatoria, ma in effetti dà maggiori garanzie. Tra l’altro se viene chiesta trascorso un mese dalla data del provvedimento di assegnazione, è prevista l’applicazione di sanzioni pecuniarie per ogni giorno di ritardo.

Giulia Fontanesi

Devi effettuare il login per inviare commenti

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome