I Carabinieri della locale stazione, hanno arrestato, su mandato emesso dal Tribunale di Brescia, un cittadino di settantun anni, di Castelluccio. L'uomo deve scontare una condanna di due anni e quattro mesi di reclusione, per reati relativi all'immigrazione clandestina e falsità ideologica. Il giudice gli ha dato una multa di trentamila euro.

Il danno è ancora in fase di quantificazione, da parte dei Carbinieri della locale stazione, che si occupano delle indagini. Ignoti hanno forzato una porta secondaria, per entrare in un'abitazione di Castellucchio. Hanno cercato qualcosa di prezioso e hanno rubato effetti personali e denaro contante.

Quando gli agenti di Polizia hanno fermato l'autocarro, si sono subito insospettiti. Strano che un camion passasse a quell'ora su quella strada, tra castellucchio, Rivarolo e Bozzolo. Ispezionando il cassone, hanno scoperto, nascosti dietro un box doccia ed una porta di legno, circa duecento pannelli solari, per un valore complessivio di circa ottantamila euro.

I militari hanno denunciato per frode informatica un giovane di ventitrè anni, originario della Guinea e residente a Modena per avere rubato i codici della carta di credito di un cittadino di Castellucchio. Usando abusivamente i codici, ha acquistato due ricariche telefoniche a spese dell'altro.

Il Tar respinge il ricorso del comune di Rodigo

Respinto dal Tar della Lombardia sezione di Brescia il ricorso del Comune di Rodigo contro le delibere di Provincia di Mantova e Regione Lombardia con cui, nell’ambito dell’approvazione del Piano Provinciale di dimensionamento della rete scolastica della provincia di Mantova  per l’anno scolastico 2016/2017, prevedevano l’accorpamento dell’Istituto Comprensivo di Rodigo a quello di Castelucchio e Marcaria. I giudici del tribunale amministrativo nella sentenza depositata il 9 marzo scorso, hanno in sostanza respinto l’istanza cautelare del Comune di Rodigo che chiedeva l’annullamento previa sospensione dell’efficacia della delibera adottata dalla giunta provinciale il 4 dicembre 2015 e di quella della giunta regionale del 22 gennaio 2016  che, di fatto, faceva propri gli indirizzi espressi dall’ente di via Principe Amedeo.

Come caparra aveva consegnato un assegno da diecimila euro, peccato però che fosse falso. I fatti si erano svolti a Castellucchio, nel 2006. Ora il responsabile del tentativo di raggiro, 42 anni, di Gabbiana, è finito a processo. Pare che abbia una sorta di passione per gli assegni falsi, tanto da essersi costruito una sorta di curriculum penale piuttosto lungo.

Pagina 1 di 2

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto