Video: Il presidente della partecipata ai microfoni di TempoRadio

Il presidente della partecipata ai microfoni di TempoRadio

''Noi siamo sempre stati contrari a questa trasformazione, più volte io stesso ed altri colleghi ci siamo recati a Milano, abbiamo incontrato le autorità, per chiedere una revisione della riforma. Non abbiamo ottenuto ciò che volevamo, cioè costituire un servizio idrico gardesano, che comprendesse zone della province di Brescia, Verona e Mantova. Dicevamo che i pesci non hanno targa, per far comprendere che sarebbe stato meglio gestire una realtà territorialmente omogenea. Non avendo ottenuto ciò che ci eravamo prefissati, ci sforziamo allora di agire con entusiasmo in quella che è la scelta che ci è stata indicata''.

Video: Il presidente ed il direttore amministrativo di Garda Uno ospiti a TempoRadio

Il presidente di Garda Uno sulle frequenze di TempoRadio

''Stiamo tutti lavorando alacremente per mettere le basi per quella che dovrà diventare una nuova realtà, come sancito dalle nuove norme''. Il presidente di Garda Uno, Mario Bocchio, spiega con semplicità come cambierà, nel prossimo futuro, la gestione del servizio idrico. Rispondendo agli ascoltatori spiega che si era cercato di costituire un'identità unica, che abbracciasse tutto il Basso Garda, comprendendo anche le colline dell'Alto Mantovano, sostenendo che ''i pesci non hanno targa'', ma che le Regioni si oppongono al progetto. Nonostante questo proseguirà la collaborazione con aziende omologhe, come Sisam, anche se in altri ambiti. Grazie alle azioni intraprese, i cittadini dovrebbero poter continuare a beneficiare lo stesso servizio idrico ed avere la stessa sede aziendale, dove recarsi in caso di bisogno. Il presidente parla quindi della necessità di costruire un nuovo sistema di fognature, che porti all'eliminazione della rete sublacuale, obsoleta e pericolosa, ricordando l'importanza di quella che è la riserva d'acqua potabile più importante d'Italia, che costituisce anche uno dei punti turistici di maggiore importanza della nazione, essendo quindi, un motore essenziale per l'economia dell'intera Italia. ''La differenziazione dei rifiuti supera il settanta per cento'', dice con orgoglio Mario Bocchio, parlando di igiene urbana. Entro l'anno, almeno il novanta per cento dei Comuni lacustri serviti da Garda Uno, dovrebbe passare alla raccolta della spazzatura, con sistema porta a porta.

L'Assemblea Generale straordinaria della Comunità del Garda, convocata dal Segretario Generale e tenutasi alcuni giorni or sono nella sede della Comunità a Villa Mirabella  di Gardone Riviera, ha nominato all’unanimità e per acclamazione Mariastella Gelmini nuovo presidente della Comunità dopo aver preso atto delle dimissioni del presidente Giorgio Passionelli e, successivamente, del Consiglio Direttivo.

Pagina 5 di 5

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome