I Carabinieri hanno arrestato il fratello maggiore, un cittadino di quarantotto anni, con precedenti penali, mentre i soccorritori hanno portato in ospedale quello minore, quarantacinque anni, dove i medici gli hanno suturato la ferita. Teatro della vicenda, un'abitazione privata di Degagna di Vobarno, dove tra i due fratelli scoppia l'ennesima lite, al culmine della quale,

E' ancora in gravi condizioni il giovane di diciannove anni rimasto coinvolto nella mattinata di ieri in un incidente all'ingresso della galleria Carpeneda a Vobarno. Non è chiaro se lo schianto sia avvenuto per una distrazione o per un malore, soccorso il giovane è stato ricoverato prima all'Ospedale di Gavardo e poi trasferito all'Ospeadale Civile di Brescia.

Era il 3 giugno dello scorso anno quando l'uomo, di origini straniere, residente in Comune di Vobarno, al termine di una lite, che il cognato aveva avuto con la moglie, aveva ucciso a coltellate il primo, intervenendo in difesa della seconda, sua sorella. Il giudice del Tribunale di Brescia, lo ha condannato, al termine del processo con rito abbreviato, a dieci anni di carcere.

L'inchiesta dei Carabinieri del Noe, era iniziata quando a Rezzato, nei pressi di Brescia, era scoppiato un incendio nel capannone di un'azienda, di proprietà dell'attuale sindaco di Vobarno. Era il 2014 e quando le fiamme erano state spente, i militari avevano scoperto che all'intenro della ditta, erano state stipate, illegalmente, migliaia di tonnellate di rifiuti, provenienti dalla Campania.

La notizia ha avuto un'eco di portata nazionale, un poco tutti gli esponenti politici, hanno condannato l'episodio. I Carabinieri e gli investigatori della Digos indagano su quanto avvenuto a Vobarno, dove un albergo chiuso da anni, ma che avrebbe riaperto i battenti per ospitare trentacinque migranti, è stato bersagliato da due bottiglie incendiarie.

Sarebbe la mancata precedenza di un automobilita che si è immesso nella circolazione da un vialetto secondario, ad aver provocato l'incidente che ha causato il ferimento grave di un motociclista di quarantadue anni. Il centauro infatti non è riuscito ad evitare l'ostacolo che gli ha sbarrato improvvisamente la strada.

Pagina 1 di 3

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome