Lonato del Garda festeggia il 72° anniversario della Liberazione italiana dall’occupazione nazifascista. Il programma della giornata del 25 aprile si aprirà alle 9.45, con il ritrovo a Palazzo Zambelli. Alle 9.45, nella piazzetta XXV Aprile si terranno l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro al cippo dei fanti, quindi il corteo si dirigerà verso la Basilica di San Giovanni, dove il parroco don Osvaldo Checchini presiederà la messa delle 10. Al termine, il corteo raggiungerà piazza Martiri della Libertà, dove avrà luogo la commemorazione ufficiale. Gli alunni della scuola primaria proporranno al pubblico alcuni brani sulla resistenza.

La prestigiosa collezione fotografica di Mario Giacomelli (1925-2000) da Lonato del Garda è “in trasferta” a Palazzo Leone da Perego di Legnano (Milano) fino al prossimo 4 giugno. Giacomelli è uno dei fotografi italiani più significativi e conosciuti a livello internazionale del Novecento che John Szarkowski, il direttore del Dipartimento di fotografia del Moma di New York, consacrò nel 1963 tra i cento migliori autori al mondo.

Il sindaco e l'assessore di Lonato del Garda negli studi di TempoRadio

''Approvato il Bilancio di previsione, ora si potranno realizzare diversi interventi, che andranno dalla normale e necessaria manutenzione, come il rifacimento degli asfalti, ad azioni più importanti''. Il sindaco di Lonato del Garda, Roberto Tardani e l'assessore Oscar Papa esordiscono elencando una serie di interventi che presto saranno eseguiti sul territorio.

Buone notizie per i fondi dell’ente locale

Il consiglio comunale di Lonato del Garda ha approvato il bilancio di previsione 2017 che pareggia i conti tra entrate e uscite sui 21 milioni e 800mila euro. Inoltre l’Aula ha dato il via libera al programma dei lavori pubblici per il prossimo triennio. Il bilancio è stato votato dalla maggioranza con l’astensione di parte della minoranza, ovvero Paola Perini e Daniela Carassai. Voto contrario di Simbeni e Locantore mentre Razzi e Magazza avevano già abbandonato l’aula. I numeri: in relazione all’Irpef il Comune pensa di incassare 210mila euro, mentre dall’imposta unica comunale arriveranno 2 milioni e 300mila euro. Altri denari entreranno nelle casse pubbliche grazie alla tassa sulla pubblicità e l’occupazione di suolo pubblico (385 mila), e ai trasferimenti dello Stato (470 mila euro). Un’altra voce consistente è quella delle sanzioni agli automobilisti, messa a bilancio per 2 milioni e 400 mila euro. A riguardo del programma delle opere, è stato presentato dall’assessore Oscar Papa il quale ha sottolineato come i progetti siano stati trasferiti al prossimo triennio non essendo andati a compimento l’anno passato. La ragione? La solita, ovvero la mancanza di fondi. Vanno poi segnalate anche buone notizie per le casse del comune, ad esempio il fatto che per il potenziamento del depuratore della frazione di Centenaro l’investimento dell’ente locale si riduce da 979mila euro a 300mila perché la differenza sarà a carico di Garda Uno. Altro tema: la scuola elementare del capoluogo per la quale sono stanziati 300 mila euro quest’anno e 950 mila l’anno prossimo per la sua effettiva costruzione. In merito ai cimiteri, sarà ampliato a Esenta, mentre sono alle viste opere di manutenzione per quello di Maguzzano. Slitta al 2019 la riqualificazione di alcune aree del centro, modifiche di rilievo riguardano la applicazione dell’imposta unica comunale, la tassa che raggruppa Imu, Tasi e Tari. Le modifiche riguardano l’imposta sui rifiuti per le case-vacanza, gli affittacamere e l’utilizzo di locali per ospitare turisti. Cambiamenti alle viste anche per i Bed & Breakfast senza ristorante, che godranno di uno sconto del 25 per cento, mentre le rate di pagamento da 2 diventeranno 4.

Il presidente Claudio Cristini: “Donazione possibile grazie a uno spiedo con 100 persone”

Una bella notizia proviene da Lonato del Garda dove due associazioni hanno collaborato unitariamente a una iniziativa. In altre parole si tratta di un gesto di aiuto, compiuto da un gruppo nei confronti dell’altro. Solidarietà di casa ma non per questo meno valorosa, anzi. Ecco i fatti. La Protezione Civile di Lonato del Garda chiama e il centro culturale sportivo Sedena ’93 risponde. A questo proposito, nei giorni scorsi in municipio sono stati consegnati un computer, una stampante e un proiettore da parte dell’associazione di Sedena guidata da Claudio Cristini al presidente della Protezione Civile Mirco Freddi. La consegna è avvenuta alla presenza del sindaco Roberto Tardani e dell’assessore con delega alla Protezione Civile Roberto Vanaria. In Comune erano presenti anche i volontari di entrambe le associazioni. La strumentazione, già trasferita presso la sede del gruppo, servirà per i progetti didattici nelle scuole, per i corsi di formazione dei volontari e per gli incontri con la popolazione. Spiega infatti il presidente del gruppo Sedena ’93, Claudio Cristini: “La donazione è stata possibile grazie a un pranzo a cui hanno partecipato più di cento persone, avvenuto a novembre.

Il titolare dell'Emporio Sigurtà di via Rassica a Lonato del Garda negli studi di TempoRadio

 

Pagina 9 di 104

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto