PRIMA INFORMATI DAL NOTAIO - A CURA DEL NOTAIO LUIGI MAMBELLI

Ho stipulato, con regolare atto pubblico notarile, un contratto di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili. Il notaio ha inserito una clausola risolutiva espressa nel caso in cui il conduttore e futuro acquirente non adempia agli obblighi assunti con il contratto. Nel caso in cui avvenga questo inadempimento, cosa posso fare e quali garanzie ho? Chiedo questo perché non mi è ben chiaro il contenuto del contratto.
Lettera firmata

Per rispondere, in maniera chiara e completa, al nostro lettore, inizio dicendo che il contratto di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili (traduzione italiana del "rent to buy") è lo strumento ideale per chi intende acquistare un immobile ma ha necessità di rimandare ad un futuro prossimo il trasferimento di proprietà ed il saldo del prezzo, pur volendo però iniziare a goderne immediatamente, ottenendo il godimento dell'immobile medesimo.

QUESTA SETTIMANA PARLIAMO DI… A CURA DI SERGIO DESIDERATI

Ci stiamo lasciando alle spalle un altro anno scolastico; rimane solo la coda, non indifferente per chi la vive, degli esami di maturità. Un altro anno vissuto tra proclami, voglia di riforme (molto necessarie in certi casi), ansie per studenti e famiglie, insegnanti indaffarati, e via dicendo. Un anno come tanti altri, con problemi reali e problemi talvolta creati. Un anno dove i ragazzi e la cultura forse non sono sempre stati al centro. Un anno che ha prodotto di certo risultati importanti. Un altro anno dove la domanda che ci poniamo per l’ennesima volta è: ‘Quale scuola vogliamo per i nostri figli?’ Sicuramente una scuola educante, una scuola includente; una scuola accogliente in un confronto aperto e costruttivo, consapevoli che solo guardando alle differenze con rispetto l’Umanità può crescere.

No limits! - A cura di Stefano Finadri

Ancora una volta mi trovo a dover riprendere un tema di carattere assicurativo. Perché credo sia utile. Più che parlare di Renzi, di Mafia Capitale, dell’invasione incontrollata che stiamo subendo (possiamo ospitare tutta l’Africa con la crisi che c’è?), insomma di tutte quelle cose che ultimamente ci angustiano.
Lo confesso, questa mattina pensando di dover scrivere in questa rubrica non sapevo che pesci pigliare. Volevo parlare del problema del giorno, l’invasione degli extracomunitari. Ma, a dire il vero, ho un po’ troppo lavoro da fare, oggi. Altro che affrontare un tema così complesso. Mi è venuta insperatamente in soccorso la mia collaboratrice domestica che mi ha posto verbalmente la domanda che segue sull’uscio di casa mentre già stavo venendo in ufficio.

ARREDARE OGGI - A cura di Michele Volonghi

Un materiale che si rigenera. Questo è il frutto di un lungo lavoro di R&S, Fenix NTM di Arpa Industriale  è realizzato grazie a resine di nuova generazione. Caratterizzata da una bassa riflessione della luce, la superficie di Fenix NTM è estremamente opaca, anti impronte digitali e gradevolmente soft touch.Tramite l'impiego di nanotecnologie, Fenix NTM è in grado di rigenerarsi: eventuali micrograffi possono infatti essere riparati termicamente. Al fine di sviluppare un materiale dalla superficie evocativa, ArpaLab ha selezionato una gamma di decorativi dal fascino discreto.

Il diritto in famiglia… e dintorni - A cura dell’Avvocato Giulia Fontanesi

Le statistiche registrano un forte aumento dei ricorsi al Tar contro la bocciatura del figlio a scuola: segno della sfiducia che i genitori oggi nutrono nei confronti degli insegnanti, ritenuti incapaci di valutare correttamente le effettive capacità dell'alunno o considerati responsabili di un ingiusto accanimento nei suoi confronti. Ebbene, la decisione di bocciare è presa dal consiglio di classe, le cui determinazioni sono insindacabili, purché condotte nell'esercizio della sua discrezionalità tecnica, sulla base di giudizi analitici formulati in ciascuna materia dai rispettivi docenti, dai quali emerge una globale valutazione sul livello di apprendimento, di maturazione e di preparazione complessivamente raggiunto dall’alunno.

Messaggi in bottiglia - A cura di Davide Bonassi

Il cibo nell’arte, mostra di capolavori dei grandi maestri dal seicento a Warhol, andata in scena di recente nelle sale di Palazzo Martinengo a Brescia, mi offre lo spunto per alcune riflessioni sui cambiamenti che sulle nostre tavole sono accaduti nel corso degli ultimi quattro secoli. Guardando le tele esposte balza all’occhio, innanzitutto, come il 1492, l’anno della scoperta delle Americhe da parte di Cristoforo Colombo, rappresenti lo spartiacque per la storia alimentare europea. C’è un prima e un dopo, con le tele che nel seicento si riempiono di verdura, frutta e animali da carne arrivati dal Nuovo Mondo per soddisfare l’appetito del Vecchio Continente.

Pagina 95 di 104

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome