Eidsbel Aleman viene dal Venezuela, ha vissuto a Parigi e adesso abita sul lago di Garda

Il nome è difficile, da pronunciare e tenere a mente. Ma se incappate in un suo spettacolo, diventerà facile ricordarla. La bravura è proverbiale, infatti ha una carriera maturata grazie alla gavetta e a forza di sacrifici. Oggi è una attrice di talento, abile a trasformarsi secondo i desideri della scena, che può essere il teatro o il palcoscenico di una manifestazione o di una festa di piazza. Il periodo non è dei più facili e quindi, è possibile incontrare Eidsbel Aleman a recitare in posti svariati. La sua storia si compone da un puzzle dove non mancano le peripezie e i tripli salti mortali, ma adesso è qui e finalmente può dirsi contenta di ciò che ha.

Parla Roberta Bellino, presidente dell’associazione che ha promosso l’esposizione

Torna a Brescia la grande pittura del mondo. Dopo le mostre dedicate a van Gogh e agli impressionisti degli anni scorsi, è aperta in città la rassegna dei 100 capolavori per celebrare un secolo di arte italiana. I maggiori esponenti del neoclassicismo, del romanticismo, della scapigliatura e del divisionismo, da Canova a Hayez, da Fattori a Segantini, da Inganni a De Nittis, da Appiani fino a Boldini, sono i protagonisti della esposizione aperta a Palazzo Martinengo, in via Musei, fino all’11 giugno.

Ora la conoscono in tutta Italia, e magari anche oltre. Nei prossimi giorni sarà in edicola il suo libro ‘Dolci occasioni’ ed ancora di più saranno coloro a cui il suo nome diverrà familiare. Lei è Joyce Escano, filippina di origine che oggi vive a Rivalta sul Mincio nel mantovano, comune di Rodigo, fresca vincitrice della 4^ edizione del talent Bake Off Italia dove ha guadagnato il titolo di ‘miglior pasticcere amatoriale d’Italia’, vittoria che le ha offerto la possibilità, come detto sfruttata, di pubblicare un proprio libro di ricette.

Intervista con l’assessore regionale, Simona Bordonali, che fa anche il punto sulla situazione terremoto

Prima il terremoto, poi la neve. L’emergenza continua tra Abruzzo e Marche. Vi sono forti criticità, morti e feriti. Le regioni del centro Italia hanno bisogno di aiuto e in casi come questi è la Protezione civile nazionale a organizzare e coordinare gli interventi. Poi le colonne mobili raggiungono le località in crisi. La Lombardia ha dato una risposta fortemente solidale, che continua con l’invio di persone e materiali per sopperire a contesti di grave drammaticità. Il sistema-italia, ha una forza di volontà unica al mondo e sopperisce con essa a eventuali lacune tecnologiche.

A due passi da noi, quasi dietro casa, presso la Torre Civica di Medole c’è un piccolo scrigno di tesori d’arte, dove quel ‘piccolo’ non la racconta in modo esatto. Su tre sale della Torre comunale si sviluppa la ‘Civica Raccolta d’Arte’, museo d’arte contemporanea e moderna che vede raccolte opere di diversi artisti, parecchi dei quali rifacentesi alla corrente del Chiarismo lombardo, mantovano in particolare. La Civica Raccolta d’Arte nasce verso la fine degli anni settanta del secolo scorso su iniziativa di alcuni appassionati d’arte collegati alla Pro Loco medolese; un connubio tutt’ora attivo e funzionante grazie anche al sostegno che alla Civica viene portato dal Comune di Medole.

Ne ha parlato l’ex magistrato Gherardo Colombo

“E’ urgente una conversione culturale dove la parola ‘pena’ non spenga la vita….. L’ergastolo non è la soluzione ai problemi ma problema da risolvere”. Così Papa Francesco in un lettera inviata ai partecipanti all’interessantissimo convegno promosso presso la Casa di reclusione di Padova da ‘Ristretti orizzonti’ che opera molto nel carcere patavino e da anni si batte e lavora per  riportare nella giusta dimensione il dibattito sulla carcerazione e, soprattutto, sull’ergastolo ostativo, quello per cui il fine pena è ‘mai’. Un tema di civile umanità, oltre che di aderenza costituzionale, che guarda, come recita l’art. 27 della Costituzione, al fatto che ‘…le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato’. Nel caso dell’ergastolo ostativo, o delle pene molto lunghe, tutto ciò non avviene.

Pagina 2 di 37

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto