Sig. Direttore,
l'adesione del Comune di Desenzano del Garda all'Associazione dei Comuni virtuosi ha voluto rappresentare un ulteriore  tassello di un percorso, che l'Amministrazione comunale ha voluto intraprendere sin dal momento in cui ha deciso di bloccare il Pgt approvato all'ultimo momento dalla precedente Amministrazione. E quello che dovrebbe essere portato all'approvazione del Consiglio sarà un Pgt a consumo di suolo zero.

Sig. Direttore,
dopo la parentesi napoleonica, nel 1859,  Francia e Austria avendo i due più potenti eserciti d’Europa, si fronteggiavano per il predominio sull’Italia a tal punto da distruggersi a vicenda nella battaglia di Solferino, non pensando che di lì a poco sarebbero state sconfitte, una dopo l’altra, dall’emergente stato prussiano che a guisa dell’Italia voleva unificare la Germania.
Nel 1866, terza guerra del Risorgimento italiano, l’Austria veniva sconfitta dalla Prussia nella sanguinosa battaglia di Sadowa, e, dopo poco tempo, toccava alla Francia, nel 1870, subire l’umiliante sconfitta di Sedan, con l’imperatore Napoleone III° fatto prigioniero, e dover cedere l’Alsazia e Lorena, rivendicate poi dai francesi nella prima guerra mondiale (1914-1918).

Egregio Direttore,
sono qui a scriverle poche righe in merito alla IMU agricola, di fresca approvazione da parte del Parlamento. La nuova imposta è la più miope ed insensata fra le già pessime trovate del Governo Renzi e le ragioni sono evidenti. Tassare i terreni agricoli ha ricadute negative su una moltitudine di settori. Innanzitutto erode il reddito degli imprenditori, già sotto stress per via della crisi, che in agricoltura è iniziata ben prima del 2008. In seconda battuta va deprimere il valore del terreno e degli immobili agricoli tutti, che per le imprese del settore è la principale, se non l’unica, garanzia necessaria per l’ottenimento di finanziamenti delle banche.

Sig. Direttore,
le dimissioni di Maurizio Lupi da ministro delle Infrastrutture serviranno a ritardare i tempi della Tav nella tratta Brescia-Verona? Questo è quel che sperano ardentemente quanti, gardesani in primis, hanno cercato di far ragionare chi ha elaborato un progetto ormai datato, nella cui predisposizione non si era affatto tenuto di determinate situazioni del territorio radicalmente mutate nel corso degli anni, oltre che del pesante impatto ambientale. E proprio al Pirellino di Brescia il ministro avrebbe dovuto confrontarsi con le autorità locali, che continuano ad insistere, perché si possa rifare la valutazione d'impatto ambientale.

FESTA DEL PAPA?

Sig. Direttore,
anche quest'anno é arrivata puntualmente la Festa del Papà e ad ognuno di noi come genitore f , indubbiamente, piacere che i nostri figli si ricordino e ci facciano gli auguri di rito. Ma quest'anno, leggendo quel che riportava un articolo in cui si contabilizzava il tempo che come padri dedichiamo ai nostri figli, mi sono chiesto se veramente questi auguri, sinonimo di riconoscenza, ce li meritiamo davvero.  Impegnati come siamo nel lavoro ed in altri impegni, che trovano una legittima giustificazione, abbiamo in gran parte delegato a nostra moglie o alla nostra compagna certi compiti che dovrebbero o potrebbero toccare a noi. E la considerazione é tanto  vera che nella contabilizzazione del tempo dedicato ai nostri figli noi italiani siamo agli ultimi posti in una ideale classifica.

Pagina 30 di 30

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto