Egregio Direttore,
ci permetta innanzitutto una breve presentazione. Apparteniamo alla famiglia Cerini, originaria di Solferino. I nonni e il papà risiedevano in via Del Palazzetto dal 1910. Nostro padre Francesco Cerini, come le sorelle più anziane, all’età di 12 anni ha cercato lavoro a Desenzano, nel settore della ristorazione battelli. La nostra famiglia nel dopo guerra ha continuato l’attività turistico alberghiera a Desenzano. Da sempre siamo fieri di far sapere agli ospiti che le nostre origini sono di Solferino. E tutti i clienti conoscono il nome di Solferino.

Signor direttore,
mi riferisco ad una lettera recentemente pubblicata dal titolo “La balconata di Solferino” a firma Roberto Fadenti sul cui contenuto concordo salvo una sola eccezione.
E mi spiego: in una splendida mattinata che lo scorso settembre ci ha regalato, con alcuni amici, come me amanti di storia, abbiamo percorso, sulla scorta del libro del Marocchi (Il racconto della seconda guerra d’ Indipendenza) i campi di battaglia del 1859: da San Martino alla Scoperta, da Finil Vecchio a Cascina Ponticello, da cascina Pioppa a cascina Civetta, e poi guadando (si fa per dire) il Redone su verso Monte Lungo, giù verso Ca’ Morino, per finire a Medole ed oltre Carpenedolo.

SULLA RIFORMA BOSCHI

Egregio Direttore,
chiedo ospitalità per ringraziare pubblicamente il premier Matteo Renzi per avermi definitivamente convinto nella mia scelta di voto per il referendum del 4 dicembre. Da leghista, mi stavo apprestando al referendum con un titubante no. La riforma Boschi è in sé complessa, mal proposta e tocca pericolosamente molti aspetti della suddivisione dei poteri fra istituzioni dello Stato. Ciò che meno mi convince è che la riforma prevede una Camera eletta con un sistema elettorale che attribuisce tutto il potere ad un singolo partito senza nessuna tutela e rappresentanza per le minoranze, soprattutto quelle territoriali; ed un Senato composto da consiglieri regionali, privo di poteri effettivi.

Egregio Direttore,
in risposta al recente articolo a firma “donne cittadine di Solferino”, vorremmo precisare che la condizione descritta è assai diffusa, ma per altre donne non native solferinesi, proprio per il bene delle future generazioni, manifestare il proprio pensiero in tema di fusione è di vitale importanza, senza trincerarsi dietro un inutile anonimato. In relazione al citato impegno profuso a livello parrocchiale e cittadino esprimiamo il nostro sincero riconoscimento, come si deve a tutte quelle iniziative affidate all’impegno e all’interesse di tutte quelle persone che volontariamente vi si dedicano, riconoscendo però che il successo di tali attività è sempre legato alla collaborazione di tutte le donne, nessuna esclusa e dei solferinesi.

Sig. Direttore,
ne Il Gazzettino del 29 settembre u.s. il Comandante dei vigili di Castiglione delle Stiviere Carrassi lamenta il “continuo aumento delle infrazioni al semaforo” di Via dei Laghi. Vorrei però far presente quanto segue: uscendo regolarmente dal parcheggio dell’Ospedale, volevo immettermi nella corsia di sinistra, quella che svolta verso Mantova, ma ne sono stato impedito dalla fila già presente.

Egr. Direttore,
fra le tante opportunità che ci offre Solferino, non manca quella che riguarda l'aspetto paesaggistico, grazie alla primaria e strategica posizione, che occupa nell'ambito delle colline moreniche. Tale peculiarità, che fu determinante durante la battaglia del 1859, è tutt'oggi molto apprezzata dai turisti, e nei mesi afosi da coloro che vivono in pianura. Può essere facilmente verificata e confermata dalla terrazza della secolare Spia d'Italia, deella Società Solferino-S.Martino, dalla cupola finestrata, dalla Torre Civica Gonzaghesta di Piazza Castello e sempre nella stessa piazza da una balconata lunga 78 metri.

Pagina 6 di 31

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto