Nessuna violazione della libertà personale, massima tutela delle ospiti, costante collaborazione con Prefettura e forze dell’ordine e documentazione alla mano per respingere ogni accusa. La cooperativa Olinda, che ha sede a Medole ed opera nei territori di Verona, Brescia e Mantova nel campo dell’accoglienza dei migranti, chiarisce la situazione in merito alle considerazioni partite da Melting Pot e in un servizio della trasmissione Striscia la Notizia sulla struttura di accoglienza di Nuvolera, candidata a seguito di bando indetto dalla Prefettura bresciana per l'accoglienza dei migranti.

Sig. Direttore,
quella macchia scomposta sulla neve che una foto dall'alto ci regala, mostrandoci quel che resta dell'Hotel Rigopiano non è altro che un plastico dell'anima dell' Abruzzo dopo questa tragedia: a pezzi, straziata, annerita, violentata e offesa. L'Abruzzo, "forte e gentile", in una manciata di tempo che non si può misurare ha perso tanti figli. Ha gridato più forte che poteva come solo una madre disperata può fare, ma nessuno l'ha ascoltata. Li ha visti scomparire sotto i suoi occhi e non ha potuto fare niente. Dove sono andati a finire?, si è chiesta. Possibile che ora stavano qui sorridenti e felici, con i loro vestiti migliori per rendere più bella quella breve vacanza sognata per un anno intero, e in un attimo  sono scomparsi?.

Sig. Direttore,
Pietro Maletti eseguì ordini legali a causa dell'attentato subito dal vicerè d'Etiopia Rodolfo Graziani, in cui il monastero di Debre Libanos da indagini certe era il centro di resistenza anti italiana con influenze inglesi. Stranamente infatti dopo l'azione di rappresaglia tutta la zona si pacificò immediatamente. Il generale Pietro Maletti morì in combattimento in Libia alcuni anni dopo durante uno scontro con l'esercito inglese durante l'operazione compass che costò all'Italia la perdita temporanea della Cirenaica.

Sig. Direttore,
nella seconda metà degli anni Sessanta nacquero i “sessantottini” (sembra un gioco di parole). Io avevo già seguito Scuole di indirizzo filosofico a Bologna, Roma e Mosca, quando per ragioni tecniche e personali ebbi a frequentare la BAM di Castel Goffredo. Fu allora che scoprii che le passioni della piazza erano entrate in luoghi autonomi e tecnici, quale “ l'abitazione tradizionale del dio denaro” (colletti bianchi). Qui conobbi una cara persona, Antonio Ghirardi, direttore della filiale  della BAM di Castel Goffredo, che spesso mi invitava, alla sera, a fare quattro chiacchiere negli uffici chiusi della banca.

Sig. Direttore,
i notiziari non fanno altro che informare che data la neve le scuole rimarranno chiuse, che le scorte nei supermarket cominciano a scarseggiare e quasi in sordina informano che anche i cimiteri resteranno chiusi. Molti si sono chiesti se questa fosse una notizia importante, qualcuno l'ha scritto su qualche pagina fb e ad una mamma che gli spiegava quanto fosse importante che i cimiteri rimanessero aperti per chi ha perso un figlio lui ha risposto "patetica"!

LETTERA APERTA A DIO

Non l’ho mai fatto prima d’ora, ma questa volta le circostanze me lo impongono: devo parlarti pubblicamente!
Tre le ipotesi che mi permetto di azzardare:
-    Non esisti (ogni considerazione diventa inutile);
-    Sei distratto (potrebbe essere il falso alibi della mia contro-coscienza);
-    Aiuti solo chi vuoi (lecito da parte tua, ma non lo condivido).
Mia madre, Adelina Bellini, è deceduta a gennaio di quest’anno soffrendo l’indicibile.

Pagina 8 di 35

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto