Egregio Direttore,
leggiamo nel commento a firma tale signor Maurizio Caristia, pubblicato  su un quotidiano provinciale, queste testuali parole: “…bisogna isolare e non reagire alle prese di posizione strumentali e di estremismo campanilistico da parte del cosiddetto comitato No alla Fusione…”.
Orbene, vorremmo ricordare a questo signore che da parte nostra, cioè da parte del Comitato No alla Fusione (comitato vero e non “cosiddetto” come con qualche sufficienza dice il nostro) non vi è nè vi è mai stato nulla né di “strumentale” né di “estremistico”, e lo sfidiamo a provare il contrario.

Sig. Direttore,
con settembre l'attività politica riprende la sua corsa e già sono diversi gli appuntamenti programmati e che guardano in primis alla scadenza referendaria sulla riforma istituzionale.
È indubbio, infatti, che il risultato, specie se a prevalere dovesse essere il No, avrà riflessioni sul governo e la maggioranza che lo sostiene. Una cosa, però, è già assodata e sono i movimenti in atto nell'Udc, nel Pd, in Forza Italia e nella Lega. Nel primo caso la frattura fra il segretario Cesa e Pierferdinando Casini, che non ha rinnovato la tessera, è già più che evidente col primo che organizza a Gallipoli la Festa Nazionale del partito ed il secondo che contestualmente partecipa a Roma ad un incontro, in cui i centristi motiveranno le ragioni del Sì al referendum.

Sig. Direttore,
l'amministrazione che resse il comune di Lonato negli anni '80 del secolo scorso diede vita ad un opuscoletto che evidenziava l'operato della gestione cittadina e le richeste degli abitanti. Uno degli assessori era l'attuale sindaco di Lonato.  Dopo il 1990 la pubblicazione scomparve quasi del tutto.  Ricompare dopo il 2005 con formato e titolo diverso e frequenza quasi regolare.  Purtroppo la voce dei cittadini era scomparsa e il testo veniva riempito da chi stava nella camera dei bottoni. Vedesi il numero del mese di giugno 2016, il quale contiene solo scritti dei membri della giunta, del segretario del consiglio comunale, di un capogruppo, di qualche caporale, ma tutti appartenenti alla maggioranza.

Egregio Direttore,
La lettera a firma Luigi Canzini pubblicata sul Gazzettino nuovo del 1° settembre sintetizza, se mai ce ne fosse stata la necessità, il pensiero di molti sostenitori del No Fusione con due parole chiave: odio e violenza. E naturalmente, secondo lor signori, qual è la fonte di ogni odio e violenza? L’idea, improponibile, di unirsi a Castiglione per creare un nuovo Comune in grado di fornire maggiori servizi ai cittadini, di avere maggiori risorse per gli investimenti, di garantire una più ampia visibilità a livello internazionale a luoghi storici come i nostri che, senza le risorse necessarie, sono destinati a finire nell’oblio.

Sig. Direttore,
Palazzo Ceni: Nel 2010 la nuova amministrazione “INSIEME VERSO IL FUTURO”, parte da zero con il progetto di ristrutturazione generale (2°, 3° e 4° lotto) concretizzando quanto da sempre dichiarato:
- il palazzo monumentale dedicato per arte e cultura (ricordiamo che la Civica Raccolta d’Arte di Medole è costituita da 200 opere d’arte di “patrimonio pubblico”, già riconosciuta dalla Regione Lombardia con qualifica di “RACCOLTA MUSEALE”, quindi esposta permanentemente);

I CIPRESSI

Sig. Direttore,
i Cipressi del Carducci che "a Bolgheri,alti e schietti, van da San Guido in duplice filar," sono più importanti di quelli di Solferino? Di certo, sono più conosciuti, ma non per questo più meritevoli di una maggior attenzione, dal momento che Solferino ha la rara opportunità di poter presentare due storici viali con bei cipressi, alti e schietti. Il primo viale, situato nella parte bassa del paese, collega il museo, il monumento dedicato ad Henry Dunant, il busto di Napoleone III con l'ossario, già antica Chiesa di San Pietro, che conserva dal 1870 le reliquie dei combattenti del 1859.

Pagina 8 di 31

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto