FORZA ABRUZZO FACCIAMO IL TIFO PER TE

22 Febbraio 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Sig. Direttore,
quella macchia scomposta sulla neve che una foto dall'alto ci regala, mostrandoci quel che resta dell'Hotel Rigopiano non è altro che un plastico dell'anima dell' Abruzzo dopo questa tragedia: a pezzi, straziata, annerita, violentata e offesa. L'Abruzzo, "forte e gentile", in una manciata di tempo che non si può misurare ha perso tanti figli. Ha gridato più forte che poteva come solo una madre disperata può fare, ma nessuno l'ha ascoltata. Li ha visti scomparire sotto i suoi occhi e non ha potuto fare niente. Dove sono andati a finire?, si è chiesta. Possibile che ora stavano qui sorridenti e felici, con i loro vestiti migliori per rendere più bella quella breve vacanza sognata per un anno intero, e in un attimo  sono scomparsi?.

Non è stato un buco nero che li ha ingoiati come di solito la mamma che ha perso un figlio descrive questo stato d'animo, ma una coltre bianca, furiosa, arrabbiata, risentita e vendicativa. Anche lei, a modo suo ha forse espresso  la delusione per non essere stata ascoltata, per non aver ricevuto le cure e le attenzioni di cui necessitava, forse anche lei ha gridato  ma nessuno l'ha ascoltata. E allora si è fatta sentire a modo suo, in modo sbagliato  si ma solo quello era il suo linguaggio. Ora l'Abruzzo tace, è il tempo del dolore, del lutto, dello strazio e della disperazione. Ha bisogno di un lungo tempo per elaborare queste perdite e per ricominciare a ricucire con pazienza quei brandelli di anima sparsi qua e là, a volte persino nascosti, quasi a significare che non vorrebbero essere più trovati. Riuscirà  a ricomporre di nuovo la sua anima, a darle una nuova forma e una nuova vita, come ha sempre fatto nel corso del tempo quasi ad ammonire noi figli, che ad un dolore prima ci si ribella, come la natura vuole, poi si elabora nel silenzio e nelle lacrime e poi si ricomincia più forti di prima e paradossalmente, grazie a quel dolore, migliori di prima. Forza Abruzzo, facciamo il tifo per te!
La mamma di Diletta
Uberti Emanuela
Montichiari

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Feed RSS

Ultimi Podcast

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto