Gli agenti della Polizia Locale di Brescia, nell'ambito di un'azione volta a contrastare il fenomeno dell'accattonaggio, hanno elevato ventisette multe, negli ultimi giorni. Lo scorso giovedì la loro attenzione si è concentrata sulle zone dove si tengono mercati, permettendo di identificare venticinque persone. Tra queste, cinque, sprovviste di documenti e permesso di soggiorno, sono state accompagnate al comando.

Ha cinquantatrè anni ed è di Ghedi  l'autore della rapina, tentata presso una tabaccheria di Leno. Aveva appena finito di scontare una pena detentiva per un omicidio, commesso durante un litigio, nel 1995, da poco tempo era tornato in libertà. E' stato l'abbigliamento a permettere ai Carabineri di riconoscerlo. Per alterare i propri lineamenti infatti, si era calato sul volto un berretto, cosa troppo evidente in queste giornate e per questo, riconoscibilissimo.

Aveva solo diciassette anni ed una grandissima passione per le discese in kayak, il ragazzo di Chiari, morto nel fiume Sermenza, in territorio di Boccioleto, provincia di Vercelli. Ancora non è ben chiaro cosa sia successo, probabilmente si è rovesciato, rimanendo incastrato tra le pietre e non riuscendo ad emergere. Gli amici lo hanno subito soccorso e portato a riva, ma ormai era troppo tardi.

L'attenzione degli agenti della Polizia Stradale, si è concentrata ancora una volta, sulle zone del Garda, dove si trovano locali notturni e ritrovi per giovani. Lo scopo, come ogni fine settimana, è quello di contrastare il fenomeno della guida in stato d'ebbrezza e prevenire incidenti. I poliziotti hanno identificato sessantaquattro persone, ispezionato trentadue veicoli, ritirato tre patenti.

Da martedì 28 a giovedì 30 marzo 2017 alle ore 20.30 al Teatro Sociale di Brescia sarà in scena lo spettacolo Il mio nome è nessuno L’ULISSE, di Valerio Massimo Manfredi, adattamento e drammaturgia testo di Francesco Niccolini, regia Alessio Pizzech, prodotto da Sicilia Teatro. Lo spettacolo è interpretato da Sebastiano Lo Monaco, Maria Rosaria Carli e con Turi Moricca, Carlo Calderone, accompagnati dall’Orchestra Sax in Progress del Conservatorio Perosi di Campobasso. Dagli scritti di Valerio Massimo Manfredi, Francesco Niccolini ricava una sceneggiatura teatrale che affonda le radici nella tragedia classica e si dirama nel moderno teatro di narrazione.

Sono terminate nel peggiore dei modi le ricerche dell'uomo di ventinove anni, originario di Borgo San Giacomo, che lavorava ed abitava a Genivolta, poco oltre il confine col Cremonese da anni, scomparso la scorsa domenica. E' stato lo stesso sindaco a trovarne il corpo senza vita, dentro un canale.

Nel quarto trimestre del 2016, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite bresciane di beni sui mercati esteri risultano in aumento del 5,0%. “A fronte di un incremento significativo della produzione industriale nel 2016 (+3,2% sul 2015), il leggero calo delle esportazioni, dovuto alle dinamiche valutarie, è compensato dalle esportazioni indirette. Il 2016 è stato infatti un anno record, sia in termini di produzione, sia per quanto riguarda le vendite all’estero”, osserva il presidente di Aib, Marco Bonometti.

Ha acquistato sessantasei bottiglie d'olio extravergine, presso un'azienda agricola di Monzambano, fornendo le coordinate bancarie per pagare tramite bonifico, la somma di 594 euro. I dati forniti però si sono rivelati falsi e per questo, i gestori dell'attività si sono rivolti ai Carabinieri della locale stazione. La querela per truffa è scattata nei confronti di una donna di quarantanove anni, della provincia di Brescia.

I Carabinieri della locale stazione lo hanno rintracciato mentre si aggirava per le vie di Goito e lo hanno arrestato, eseguendo un ordine emesso dal Tribunale di Brescia. Le manette sono scattate ai polsi di un ventunenne di origine algerina, condannato per ''produzione e traffico illecito di sostanza stupefacente''.

Gli uomini della Guardia di Finanza di Verona hanno eseguito un sequestro preventivo di beni mobili ed immobili, nei confronti di un manger tedesco e di una donna a lui legata. In base alle indagini, avrebbero spostato i fondi di un'azienda medica della quale lui era dirigente, truffandola, di fatto e facendo defluire il denaro su conti correnti personali ed altri intestati a società del Bresciano, di loro proprietà, per un'ammontare di circa dieci milioni di euro.

Prosegue in tutta Italia, incessantemente, il lavoro della Guardia di Finanza, per contrastare i fenomeni dell'evasione fiscale, dello sfruttamento del lavoro irregolare, dell'emissione di fatture false e di altri reati ancora. I Comandi Provinciali di Mantova e Brescia hanno diffuso i dati, relativi all'attività del 2016.

Una donna ricoverata con vari traumi, un uomo in arresto. Questo l'esito di quanto accaduto presso un'abitazione di Bagnolo Mella. Una coppia di fidanzati, esce da un locale dove ha trascorso la serata. Sulla via del ritorno, i due iniziano a litigare, probabilmente per gelosia. Una volta rientrati, gli animi non si placano, la situazione si fa più pesante finchè lui comincia a colpire lei, a calci e pugni, continuando a sfogare la propria rabbia e violenza, anche quando lei cade a terra, incapace di rialzarsi o reagire.

Ci sarà anche una bresciana alle Olimpiadi di Filosofia che si svolgeranno martedì 28 marzo alle ore 9 al Parco Tirreno di via Aurelia 480 a Roma, per iniziativa del Miur. Si tratta della 18enne di Visano Maria Lipari, che frequenta la classe quinta B del Liceo linguistico Don Milani di Montichiari e su oltre cinquanta concorrenti in tutta la regione si è qualificata prima con il massimo dei punti, insieme a Letizia Barbieri del Liceo "Piazzi - Lena Perpenti" di Sondrio.
"Per giungere a Roma ho svolto le due prove, sia nella selezione di istituto che in quella regionale, in lingua tedesca" racconta la giovane.

Il Tribunale di Brescia ha emesso la sentenza, nei confronti dell'uomo di cinquantasette anni, di Collebeato, accusato di avere avuto rapporti sessuali con minorenni. Il giudice lo ha condannato a sei anni e otto mesi, assolvendolo invece da ''tentata lesione'', riconoscendo che non correva il rischio di infettare i giovani, grazie alle cure contro l'Hiv alle quali si sottopeneva da anni, essendo sieropositivo.

Secondo gli investigatori esistono bande di criminali professionisti e bande di dilettanti. Per fortuna ad agire, negli ultimi due casi, è stato un gruppo di questi ultimi. I ladri, con lo stesso modus operandi col quale era stato tentato il furto di denaro, presso un'altra filiale, in un altro Comune, tanto da far pensare che possano essere gli stessi, hanno cercato di scassinare a martellate, lo sportello automatico di una banca di Visano.

L'hanno rintracciata a Castiglione delle Stiviere, i Carabinieri della locale Compagnia.  L'hanno arrestata, per poi portarla presso la Casa Circondariale di Mantova, su ordine del Tribunale di Bologna. Destintaria del provvedimento, una donna di ventotto anni, di origine rumena e residente nel Bresciano. La giovane deve infatti scontare una pena residua di un anno e sei mesi di reclusione, per essere stata riconosciuta colpevole del reato di ''furto aggravato in concorso''.

Protagonista della vicenda, è un ragazzo bresciano di ventinove anni, ora in stato d'arresto. Tornato nella propria abitazione di Lograto, dove vive con la madre, dopo una serata passata in una sala bingo di Roncadelle, ha cominciato a dare in escandescenze, alterato da un litigio, pare avuto con un membro del personale del locale.

Aveva quarantasette anni ed una grandissima passione per lo sport, il cittadino di Limone sul Garda, morto sotto una slavina in Norvegia. Abitava ad Arco di Trento, sempre nei pressi del lago, ma era originario di Limone. La sua passione per lo sport era grande e gestiva assieme alla famiglia, un negozio di articoli sportivi.

Il ragazzino di dodici anni si china per raccogliere il pallone. L'uomo, settantadue anni, di Brescia, gli afferra un braccio e lo attira a sè, cercando di baciarlo. Il giovanissimo si divincola e difende come può. Riesce a liberarsi e cerca di scappare ma l'uomo lo raggiunge e lo prende per un braccio, gli cinge la vita, lo prende per il collo e cerca ancora di baciarlo.

Sono stati i finanzieri del Comando Provinciale di Brescia a scoprire quanto accadeva presso una gioielleria di Lumezzane. Il gestore dell'esercizio, che non è rivendita ufficiale Rolex, fidelizzava i clienti e intascava in nero il guadagno ottenuto dalla cessione di orologi preziosi, soprattutto, appunto, Rolex.

Pagina 1 di 163

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto