Don Luigi Ciotti ha aperto la settimana di studio a Gazoldo

“Il problema più grave non è solo chi fa il male ma anche chi guarda, vede e lascia fare”. E’ forte il richiamo di don Ciotti intervenuto alla giornata di apertura della settimana ‘Raccontiamoci le mafie’ promossa dal Comune di Gazoldo degli Ippoliti. Prima del suo intervento il sindaco Nicola Leoni aveva proceduto all’intitolazione del parco comunale al ”1 marzo’, giornata per ricordare il sacrificio di tutti coloro che sono stati ammazzati dal sistema mafioso ed aveva ricordate le parole di Martin Luther King che diceva: “Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi, ma l’indifferenza dei buoni”.

I Carabinieri delle stazioni di Gazoldo e di Piubega, assieme ai colleghi dell'Ispettorato del Lavoro di Mantova, al personale dell'Inps e dell'Inail, hanno ispezionato un laboratorio tessile di Rodigo, arrivando ad arrestarne il titolare, cinquantaquattro anni, cinese.

La Banda di Gazoldo si è esibita in terra calabra  per un concerto che si terrà a Carlopoli (Cz). Sabato 2 settembre, infatti, il corpo bandistico gazoldese, che per l'occasione è stato affiancato dal sindaco Nicola Leoni, già vice presidente di Avviso Pubblico, e dal suo vice Maria Pia Soana, si è esibito nell'ambito della manifestazione “Reciprocità e legalità” dove ha proposto un concerto congiuntamente con la banda locale.

Tra gli ospiti Pietro Grasso, don Luigi Ciotti, Nando Dalla Chiesa e Gian Carlo Caselli

Una settimana di eventi culturali gratuiti e aperti al pubblico: presentazioni di libri su mafie, corruzione e legalità, spettacoli teatrali, incontri con gli studenti ma anche corsi di formazione per docenti. Ad accompagnare la Rassegna anche la mostra fotografica permanente di Tony Gentile, dal titolo ‘La guerra, una storia siciliana’, che rimarrà esposta fino al 25 ottobre presso il Museo d’Arte Moderna di Gazoldo.

Sono stati inaugurati ufficialmente dall’Amministrazione Comunale di Gazoldo degli Ippoliti i tre nuovi giochi collocati nel parco retrostante la Villa Comunale che hanno sostituito i precedenti oramai giunti al termine della propria validità, non garantendo in prospettiva gli adeguati livelli di sicurezza.  Il primo gioco sostiuito è la "Torre dell'orso", acquistato dal Comune, mentre gli altri due, uno scivolo e una giostra girevole, sono stati donati alla comunità dall'Ente Manifestazioni Gazoldo (uno dei quali per ricordare un valido e prezioso volontario dell'Associazione stessa scomparso da poco, Tiberio Margonari).

Il sindaco di Gazoldo degli Ippoliti invita a Raccontiamoci le Mafie ai microfoni di TempoRadio

''La mafia teme di più la scuola della giustizia, diceva una personalità molto importante, nella lotta alla criminalità organizzata. Per questo, tutti dobbiamo fare, nel nostro piccolo, la nostra parte''. Non si può più parlare di infiltrazione mafiosa ma ormai di radicamento, lo ricorda Nicola Leoni, sindaco di Gazoldo degli Ippoliti, invitando tutti alla serie di appuntamenti, che prende il nome di ''Raccontiamoci le Mafie'' che si terrà dal 24 settembre nel suo paese, ma anche in altri Comuni, come Medole, Mantova e Curtatone.

Pagina 2 di 19

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto