notizie da castiglione

Nessuna delle tre persone rimaste coinvolte, fortunatamente, è in pericolo di vita. Le cause, la dinamica e le responsabilità di quanto accaduto all'altezza di Pioppelle, lungo la strada della Cisa, sono al vaglio degli uomini delle forze dell'ordine. L'impatto tra le due auto è stato praticamente frontale. Tre persone sono rimaste ferite e ricoverate al Poma di Mantova.

I Carabineri della locale stazione, hanno arrestato un cittadino indonesiano, di venticinque anni, per lesioni, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Quando i militari di Guidizzolo gli hanno chiesto i documenti, per un normale controllo, è andato su tutte le furie, aggredendo gli uomini di pattuglia e costringendoli ad una breve colluttazione, terminata col suo arresto. Il giovane è stato portato in camera di sicurezza, presso il comando della Compagnia di Castiglione delle Stiviere.

Complessivamente sono state identificate novantasette persone, tra le quali venticinque con precedenti penali e ispezionati sessantanove veicoli. L'attenzione degli agenti si è concentrata nella zona di Mantova, compresa tra i giardini Nuvolari e piazza Pallone.

I delitti di cui il pentito di mafia ha parlato, nel corso del processo su Grande Aracri ed i suoi uomini, avvennero nel 1992. Secondo la testimonianza, due uomini furono uccisi nelle loro abitazioni, su ordine di coloro che sarebbero andati ad essere capo dei clan della 'ndrangheta.

Sono i Carabinieri della locale stazione ad occuparsi delle indagini su un furto commesso presso un'abitazione di Asola. I ladri hanno forzato la porta d'ingresso per entrare. Una volta in casa, hanno frugato, alla ricerca di qualcosa di prezioso e hanno rubato due telefoni cellulari, un pc portatile ed una carta di credito.

Abitano a Mantova e a Suzzara i due rapinatori mantovani, arrestati per avere messo a segno un colpo ai danni di una filiale bancaria di Piadena. Uno dei due ha sessantasette anni ed abita in città, l'altro ne ha sessantuno ed abita a Suzzara. Un loro presunto complice è in carcere da alcune settimane.

L'accusa della quale dovranno rispondere, è quella di estorsione. Protagonisti della vicenda, una donna di ventitrè anni ed il suo nuovo compagno. La giovane è finita in manette per avere ricattato il proprio ex. Ha preteso denaro per non pubblicare su internet alcune foto osè, che lo ritraevano.

Era stato un funzionario dell'Ats di Suzzara a scoprire come si svolgeva l'attività, gestita da due mantovane, una quarantaduenne di Moglia ed una socia, cinquantatrè anni, di Mantova. Avevano organizzato una vera e propria azienda, all'interno del garage dell'abitazione di una di loro.

''Volevo vedere se era cieco veramente'' era stata la giustificazione assurda, con la quale un cittadino di trentasei anni, aveva spiegato il furto singolare. Un uomo, non vedente, stava chiedendo l'elemosina in piazza Sordello, a Mantova e il protagonista della vicenda, gli aveva rubato il cane.

Il Tribunale di primo grado aveva condannato il dipendente della farmacia del Carlo Poma di Mantova a due anni di reclusione. L'accusa nei suoi confronti era di truffa aggravata. Numerose volte infatti, come era stato accertato, aveva timbrato il cartellino per poi non andare a lavorare.

La presidente di Apindustria Mantova ed il presidente di Apienergia a TempoRadio

Nata come sindacato degli imprenditori, Apindustria si è evoluta nel corso degli anni, arrivando ad essere una realtà di riferimento dei titolari delle aziende piccole e medie, che operano sul territorio. Assiste attività non solo della provincia di Mantova, precisa la presidente, Elisa Govi, che racconta la propria esperienza nell'organizzazione.

I Carabinieri delle locali stazioni, stanno indagando su due furti commessi presso altrettante abitazioni, a Mantova e a Moglia. Nel primo caso, i ladri hanno forzato una finestra. Una volta dentro, hanno preso gioielli e denaro contante. Anche nel secondo caso, hanno trovato e rubato gioielli e denaro contante.

Dopo una serrata attività d'indagine, i Carabinieri di Poggio Rusco sono riusciti a scoprire l'autore del furto di un portafogli, che conteneva 470 euro e a denunciarlo. L'accusa, nei confronti di un venticinquenne del Nord Africa, è di furto aggravato. Il portafogli era stato sottratto ad un cittadino italiano, della zona.

Era in evidente stato d'ebbrezza alcolica, quando è rimasto coinvolto in un incidente stradale. Per questo i Carabinieri di Borgo Virgilio, hanno chiesto all'automobilista, quarantasette anni, dello stesso Comune, di sottoporsi al test alcolimetrico. I militari lo hanno però denunciato, quando si è rifiutato di eseguire gli accertamenti medici.

Si stava esercitando per ottenere una nuova licenza di pilota, il proprietario del drone, abbattuto da un cacciatore, nelle campagne tra Canneto e Piadena. In Italia esistono leggi ben precise, per far volare i droni, che prevedono il possesso di un vero e proprio brevetto, rilasciato dall'Enac.

Si era recato alla fiera di Reggio Emilia con l'intenzione di arrotondare un poco la magra pensione, vendendo alcune delle galline del suo pollaio. Il pensionato di San Benedetto Po però, è stato segnalato alle autorità dagli animalisti e successivamente multato. Le disavventure per lui però non erano finite.

Centodiciotto persone identificate, di cui sei denunciate a piede libero, cinquantanove mezzi controllati, nove infrazioni al codice della strada rilevate e sanzionate, sono alcuni dei numeri che riassumono il servizio di controllo straordinario, effettuato dai Carabinieri della Compagnia di Viadana, finalizzato al contrasto dei reati predatori e a rintracciare persone ''di interesse operativo''.

I Carabinieri sono intervenuti prontamente, quando un cittadino ha segnalato la probabile presenza di ladri, che stavano tentando di entrare in un'abitazione. Quando i militari di una pattuglia sono arrivati, hanno sorpreso due uomini, entrambi di origine indiana, di trentasette e trentaquattro anni, che stavano forzando gli infissi di un'abitazione, per poi entrare.

I Carabinieri di Poggio Rusco hanno rintracciato e denunciato, l'autore di una truffa. Un uomo di trentotto anni aveva infatti incassato la somma pattuita per un bancale di pellets, per poi non consegnare la merce e rendersi irreperibile al cliente. I militari, raccolta la segnalazione, lo hanno scoperto e querelato.

Ha circa cinquant'anni e proviene dal Nord Europa, la donna denunciata dai Carabinieri di Mantova, per ''furto aggravato e falsa attestazione o dichiarazione a Pubblico Ufficiale, sull'identità personale''. Dopo essere entrata in un esercizio commerciale cittadino, ha prelevato dagli scaffali un cosmetico, nascondendolo.

Pagina 1 di 278

logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto