FLOWERS: GLI ACQUERELLI DI FEDERICA UNGARI IN MOSTRA A STAGNO LOMBARDO FINO AL 10 NOVEMBRE

16 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Nell’ambito dell’ampio e variegato programma espositivo promosso dall’amministrazione di Stagno Lombardo, accogliente centro alle porte di Cremona, si tiene, presso la Sala Consigliare, la mostra personale dell’acquerellista Federica Ungari. Nata a Cremona nel 1981, dove vive, dopo la maturità artistica conseguita al Liceo Bembo, completa gli studi con il diploma di “Tecnico restauratore di dipinti su tela e tavole antiche”. Perfeziona gli studi in campo artistico aderendo a corsi di olio ed acquerello presso il centro artistico “Leonardo”. Partecipa rassegne e mostre collettive, oltre ad allestire esposizioni personali.

Ha ricevuto una menzione d’onore in occasione della mostra “Umanità Una” ed il terzo premio acquisto del concorso “El Cavalet” di Cremona. Da un suo dipinti è stata tratto lo stendardo della Rassegna “Nel Giardino di Verdiana” alla Rocca di Ponticelli d’Ongina. Suoi lavori sono pubblicati in giornali, riviste, libri e cataloghi d’arte e nel catalogo dedicato alla raffigurazione, in acquerello, di scorci di Monte Isola. La pittrice ha raffigurato l’antica torre di Siviano e il Castello Oldofredi. Si occupa di restauro dipinti su tela ed affreschi. Tema centrale della mostra sono i fiori, che l’artista esegue ad acquerello con estrema perizia e una tecnica alquanto raffinata e incisiva. Si tratta di circa una trentina di lavori, spesso di grandi dimensioni, nei quali i colori di questi vegetali vengono esaltati da un pigmento forte, robusto e preciso. In particolare, i fiori recisi si offrono nella loro integrità e perfezione creando una verticalità nascente che inonda l’intero foglio e libera velature quasi d'intonazione sintatticamente musiva. Quello di Federica Ungari è un acquerello fatto di precise e deliziose velature che definiscono a pieno l'intima seduzione del soggetto, affrontato con sempre rinnovato trasporto e convincente indole espressiva. Mai scontata e banale, velatura dopo velatura questa raffinata pittrice ci conduce per mano nel suo mondo in cui ogni essenza floreale non viene solamente riprodotta, ma viene esaltata nella sua essenza più vera, con quella cura per il dettaglio, sia grafico che coloristico, che esalta la preziosità del pigmento diluito ad acqua con intrigante e seducente maestria. Un’arte, quella di Federica, davvero originale, unica. L’esposizione, visitabile secondo i consueti orari di apertura del Municipo, chiude il 10 novembre.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto
Threesome