LABORATORIO CLANDESTINO CHIUSO A MONZAMBANO

02 Ottobre 2017
K2_ITEM_AUTHOR 

Hanno 41 e 36 anni, sono cinesi e legati da vincolo di parentela, pare zio e nipote, l'uomo e la donna finiti in manette a Monzambano, per sfruttamento della manodopera irregolare e clandestina e condannati a un anno e undici mesi di reclusione, dietro patteggiamento.

I Carabinieri della locale stazione, in collaborazione con i colleghi di Volta Mantovana e dell'Ispettorato del Lavoro, hanno scoperto un laboratorio tessile, in territorio di Monzambano, dove erano impiegate otto persone, delle quali sei erano senza contratto e senza permesso di soggiorno. Queste ultime dovranno presentarsi in Questura per l'espulsione. L'azienda è stata chiusa, a causa di numerose irregolarità riscontrate e sono state elevate multe per complessivi ventimila euro.

Lascia il tuo commento


logo il gazzettino nuovo
Settimanale di informazione per le province di Mantova e Brescia dal 1987

 


In onda dal 1977

 

Editore: RADAR SRL
46043 Castiglione delle Stiviere (Mantova)
via Marconi, 2 - tel. +39 0376 631709
info@ilgazzettinonuovo.it - PEC: radar@registerpec.it
P.Iva e Iscrizione Registro Imprese 01512920206

capitale sociale € 24.500 i.v. - REA.: MN163599

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.

Questo sito utilizza cookie di profilazione [propri e di altri siti] per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze…Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cookie policy. Accetto i cookie da questo sito. Accetto